Creatività consapevole
Creatività consapevole. I 10 studenti selezionati, seguiti dal docente Erminio Annunzi, si sono dedicati ad uno dei quattro temi del progetto: il paesaggio, il ritratto, il reportage e il nudo, cercando di abbinare creatività e competenza tecnica per raggiungere il risultato voluto attraverso l'attrezzatura fornita da Lomography: le classiche fotocamere medio formato Diana F+ e le pellicole Color Negative 120 400 ISO.
Epistemologia - Ph. credit @zoltan-tasi -@crononews
Epistemologia, lo studio filosofico della natura, l’origine e i limiti dell’essere e dell’umana conoscenza. Il termine deriva dal greco epistēmē ("conoscenza") e logos ("ragione"), e di conseguenza il campo è talvolta indicato come teoria della conoscenza. L'epistemologia ha una lunga storia all'interno della filosofia occidentale, a cominciare dagli antichi greci e proseguendo fino ai giorni nostri. Insieme alla metafisica, alla logica e all'etica, essa rappresenta una dei quattro rami principali della filosofia e quasi tutti i grandi filosofi hanno contribuito alla letteratura epistemologica.
Detachment/Distacco. Attachment and detachment. Il distacco non nasce perché decidiamo di staccarci. Nasce da una profonda comprensione della sofferenza/stress e ne è la causa. Quando il nostro giocatore d'azzardo capisce finalmente che il gioco d'azzardo porta alla sua rovina, potrebbe distaccarsi da questa abitudine. Lo fa cadere, lo abbandona, lo mette giù.
Meaning of Brahmacharya. Brahmacharya è la pratica del non eccesso, della moderazione e del giusto uso dell'energia. È la pratica di sperimentare il piacere, la meraviglia e il mistero della vita senza eccessi. Brahma è la parola in sanscrito che sta per Dio o creazione. Charya si traduce in "colui che si è stabilito". Brahmacharya può quindi essere tradotto come "Colui che si è stabilito sulla via di Dio, della forza creatrice".
Science and Good Vibrations. interno ed esterno sono due cose: la struttura atomica e la frequenza vibrazionale di ciò su cui ci concentriamo. La velocità – o frequenza – di queste vibrazioni determina se qualcosa appare come solido, liquido o gas. Rispondiamo a livelli di frequenza specifici sia consciamente che inconsciamente. Fisicamente, i nostri corpi rispondono a livello cellulare e tutta l'energia a cui siamo esposti fa passare un segnale tra il nostro corpo e il cervello.

Consigliato

Media

Olympus Pen F
La Olympus PEN F rilasciata nel 1963 è stata la prima fotocamera SLR da 35 mm a Metà Formato al mondo. Tra qualche mese questa rivoluzionaria e mitica fotocamera compirà 60 anni. La Olympus PEN F rilasciata nel 1963 è stata la prima fotocamera SLR da 35 mm a Metà Formato al mondo. Tra qualche mese questa rivoluzionaria e mitica fotocamera compirà 60 anni. Realizzata in Giappone, frutto del genio ingegneristico del progettista, un certo Yoshihisa Maitani, al quale dobbiamo la creazione di innumerevoli e splendide fotocamere che hanno fatto la storia della fotografia, tra le quali la serie PEN di cui questa fotocamera rappresentò l'apice. La Pen originale è stata introdotta nel 1959, ed è stata la prima fotocamera a mezzo fotogramma cinema prodotta in Giappone. Era una delle fotocamere più piccole a utilizzare pellicole da 35 mm in normali rulli da 135. Si pensava che fosse portatile come una penna; quindi il nome.
Recovery Sound - La festa della musica
La festa della musica, è Recovery Sound. Nel quartiere di Garbatella staffetta di musica e integrazione con: Argoritmo, Roberto Casalino, Scrima, Guidobaldi, Daniele De Gregori, Garba Trio, Winkin' Blues, Diego.
Strix - Ph.@petr_sidoroff
Strix era una caratteristica persistente del folklore del mondo romano di quello dell'Occidente latino e dell'Oriente greco. Era un essere che volava di notte, alla ricerca di vittime tra i bambini. Strega, dal latino Strix igis col significato di civetta, per la mitologia diventa striga, il termine veniva usato per nominare un essere soprannaturale. Il motivo della narrazione ideale di un attacco Strix il "paradigma Strix" viene ricostruito da Ovidio, Petronio, Giovanni Damasceno e altre fonti, e l'impatto del paradigma è tracciato sulla rappresentazione tipicamente raccapricciante delle streghe nella letteratura latina. Il concetto di Strix è però contestualizzato rispetto alla nozione di lunga durata del demone che uccide i bambini, che si trovava già narrata nell'Oriente antico. Una famosa leggenda, è quella di Benevento “città delle streghe” che è diffusa in tutta Italia, come anche quella dell'altrettanto famoso albero di noce, sotto cui le malefiche donne si incontravano per celebrare il sabba e l’adorazione del diavolo. Tuttavia, contrariamente all’opinione popolare, questa città non vide mai l’organizzazione di una caccia alle streghe e non restano quasi testimonianze di processi locali per stregoneria.
What is a shabti or ushabti? l'Aldilà come riflesso diretto del proprio tempo sulla terra.  Quando l'anima era chiamata nell'aldilà a lavorare per Osiride, lo shabti prendeva vita e compiva il proprio dovere come sostituto. What is a shabti or ushabti? Gli egiziani credevano che l'aldilà fosse un'immagine speculare della vita sulla terra. Quando una persona moriva, il suo viaggio individuale non terminava, ma veniva semplicemente tradotto dal piano terreno all'eterno. L'anima si trovava in giudizio nella Sala della Verità davanti al grande dio Osiride e ai Quarantadue Giudici e, nella pesatura del cuore, se la sua vita sulla terra veniva trovata degna, quell'anima passava al paradiso dei Campi Aaru. L'anima fu portata a remare con altri che erano stati giustificati anche attraverso il Lago dei Gigli (noto anche come Il Lago dei Fiori) in una terra dove si riacquistava tutto ciò che si pensava perduto. Lì si trovava la propria casa, proprio come l'aveva lasciata, e tutti i propri cari che erano passati a miglior vita. Ogni dettaglio di cui si godeva durante il viaggio terreno, fino all'albero preferito o all'animale domestico più amato, salutava l'anima all'arrivo. C'erano cibo e birra, incontri con amici e parenti, e si potevano seguire tutti gli hobby della vita.
Books on Galilee. Lo studio di Horsley si rivela fortemente evocativo per la sua ricca descrittività. Ci conduce in una tanto bella quanto povera Galilea, aiutandoci a comprederne le numerosissime sfaccettature, in un arco temporale considerevolmente ampio. Books on Galilee.Richard A. Horsley è professore di discipline classiche e religione presso l'Università del Massachusetts, a Boston. È autore e coautore di numerosi libri, tra cui: The Message and the Kingdom (Fortress Press, 2002); Bandits, Prophets, and Messiahs (1985); Jesus and the Spiral of Violence (Fortress Press, 1992); Galilee (1995); Archaeology, History, and Society in Galilee (1996); 1 Corinthians (1998); Whoever Hears You Hears Me (1999). È anche il curatore di Paolo e l'Impero (1997) e Paolo e la politica (2000).

Consigliato

Crono.news periodico online di informazione e formazione. Un magazine digitale indipendente, libero da ideologie e preconcetti. Un nuovo modo di comunicare e condividere l’informazione e la conoscenza.