Home Calcio Lo scontro diretto del San Paolo. Napoli vs Inter, termina senza reti

Lo scontro diretto del San Paolo. Napoli vs Inter, termina senza reti

223
Tempo di lettura: 2 minuti
Lo scontro diretto del San Paolo,. Napoli vs Inter, termina senza reti. Azzurri sempre primi

Lo scontro diretto del San Paolo, Napoli vs Inter, anticipo della nona giornata di serie A, termina senza reti. Azzurri  volitivi ma si imbattono contro il muro della squadra di Spalletti che bada a non prenderle. I partenopei sempre primi.

Lo scontro diretto del San Paolo tra Napoli ed Inter, prima e seconda della classe, termina soltanto 0 a 0; insomma la montagna partorisce, come si suol dire in questi casi, il topolino. Un pareggio a reti bianche che tuttavia non ha annoiato il pubblico, presente in massa, nell’impianto di Fuorigrottta. Il Napoli, pertanto, non supera la prova del nove e si ferma a otto la striscia di successi di fila, dall’inizio del campionato.

Per gli uomini di Spalletti un punto molto importante per restare attaccati al treno scudetto, guidato ancora dalla formazione di Sarri, per la prima volta all’asciutto in questa stagione 2017/18. Il tridente leggero delle meraviglie, questa volta, ha avuto le polveri bagnate, graziando il bravissimo Handanovic, autore di almeno due interventi strepitosi che hanno salvato il risultato.

Tra i due litiganti il terzo gode, come si augurava il tecnico bianconero Allegri, lo scontro diretto del San Paolo è finito senza né vincitori e né vinti. Napoli e Inter restano le uniche due squadre ancora imbattute in serie A. Lo 0-0 finale, comunque vibrante, conferma il blocco granitico dei nerazzurri, i quali hanno ribattuto  colpo su colpo ogni azione offensiva  di una capolista che, non a caso prima di ieri sera aveva sempre segnato e vinto.

Insigne stringe i denti, va in campo senza accusare dolore, cosicché il tecnico azzurro può schierare il Napoli migliore, con i rientri di Jorginho e Allan in linea mediana. Spalletti invece recupera Joao Mario solo per la panchina e conferma la stessa formazione  iniziale del derby della Madonnina, con gli ‘ex viola Borja Valero e Vecino, con Gagliardini davanti alla difesa, dove il giapponese Nagatomo viene preferito nuovamente al francese Dalbert.

I padroni di casa sembrano non accusare le fatiche di Manchester e partono, come sempre, all’arrembaggio con il loro solito gioco fatto di trame e di possesso palla. Il Napoli impressiona soprattutto per come è capace di portare un pressing altissimo che costringe l’Inter a non distrarsi mai un attimo. Gli uomini di Sarri hanno tirato in porta in diverse occasioni , collezionando, nonostante tutto, cinque o sei occasioni da rete, dove in un paio di circostanze solo la bravura dell’estremo difensore interista ha evitato il vantaggio della prima in classifica. Reina ha dovuto compiere un solo intervento degno di nota, per il resto ordinaria amministrazione.

Sta di fatto che l’undici di Spalletti riesce a portare a casa, quanto si prefiggeva alla vigilia. Dal canto suo la banda bassotti e company, ha fatto il massimo, pur non ottenendo la nona vittoria consecutiva. Lo scontro diretto del San Paolo, tuttavia, non delude i 55 mila tifosi azzurri, che a fine gara, intonano il solito coro “un giorno all’improvviso…”

Rispondi