Home Attualità Divin Castagne Sant’Antonio Abate diventa capitale della cucina

Divin Castagne Sant’Antonio Abate diventa capitale della cucina

988
Tempo di lettura: 2 minuti
Divin castagne
Divin castagne

Sant’Antonio Abate diventa capitale della cucina per i 4 giorni in cui si svolgerà la kermesse culinaria Divin Castagne.

Il 2017 è sicuramente l’anno della svolta per la kermesse culinaria il Divin Castagne: I numerosi ospiti della settima edizione dell’evento, che si svolgerà a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli dal 20 al 23 ottobre, ne decreteranno la trasformazione in festival dell’haute cuisine. Più di quaranta gli chef presenti provenienti da tutta Italia, tra i quali i top chef, Luca Natalini e Majda Nabaoui, Faby Scarica, che ogni giorno si alterneranno ai fornelli delle cucine allestite in Largo Pertini.

I Top Chef, dal toscano Luca Natalini alla modenese di origini marocchine Majda Nabaoui e alla campana Faby Scarica, cucineranno ognuno un piatto avente ovviamente come ingrediente principale la castagna. Piatti di alta cucina a prezzi contenuti, per consentire a tutti di provare il piacere di “mangiar bene” e per avvicinare i più giovani a un concetto sano e diverso di nutrizione. E poi show cooking, laboratori dedicati ai più piccoli, attività ludiche e masterclass.

Divin castagne - elaborazioni culinarie

Gli organizzatori dell’evento, tutti riuniti e coesi nell’associazione “Napoli è”, che da anni è impegnata nella promozione del patrimonio artistico, paesaggistico ed enogastronomico della Campania, strizzando un occhio al territorio dei Monti Lattari, hanno poi riservato un’area esclusivamente dedicata agli chef campani, stellati e non, che lavoreranno gli ingredienti locali spaziando dalla creazione di piatti della tradizione, ovviamente rivisitati, all’esecuzione di ricette “fusion”. Chef ben conosciuti al grande pubblico, perché facenti parte del progetto “Cenando sotto un cielo diverso”, coordinato dall’esperta in enogastronomia Alfonsina Longobardi.

Altra novità di questa edizione è il tema che anima l’evento: il cibo nell’arte e come arte. La kermesse è diventata “Wine, Food and Art Festival”: è stato infatti lanciato un Concorso Internazionale d’Arte Contemporanea, il “DivinCastagne Art”, aperto a tutti i giovani artisti i quali potranno partecipare singolarmente oppure organizzati in gruppi, impegnati nelle discipline di pittura, scultura, fotografia e arti digitali.

La cerimonia di premiazione si svolgerà il giorno 22 ottobre nell’ambito della manifestazione. Il concorso è nato grazie alla collaborazione dell’organizzazione dell’evento con la famosa pittrice Arianna Greco. La sua “Art’Enoica”, una particolare tecnica che prevede l’utilizzo del vino per dipingere su tela, farà anche da cornice ad un altro punto cardine dell’evento: un percorso di degustazione del vino, che trasformerà la location in un’enoteca a cielo aperto dove numerose aziende vinicole proporranno le proprie eccellenze con l’ausilio di sommelier qualificati.

Ad affiancare il Divin Castagne nell’organizzazione, la scuola Cru Forma Mentis che si occupa della formazione dei giovani chef del futuro.

fonte US Izzo

 #divincastagne2017 #divincastagneart #mangiandomangiando

Rispondi