Home Attualità Il pesce a Napoli, la domenica, rappresenta un autentico rito

Il pesce a Napoli, la domenica, rappresenta un autentico rito

636
Tempo di lettura: 3 minuti
Il pesce a Napoli, la domenica, rappresenta un autentico rito

Quando spunta la luna a Marechiaro, anche i pesci fanno lamore. Si rivoltano le onde del mare, per l‘allegria cambiano colore.”  Salvatore Di Giacomo

Il pesce a Napoli, la domenica, in casa delle famiglie partenopee, rappresenta un autentico rito, tramandato di generazione in generazione, al quale non ci si può sottrarre.

Il pesce a Napoli, la domenica, rappresenta un autentico rito-6
Dipinto di fine ‘800 del pittore napoletano Vincenzo Irolli.

Parlare di pesce a Napoli è come, si suol dire, sfondare una porta aperta. In questa città infatti il pesce rappresenta il simbolo della tradizione culinaria napoletana, per esempio la domenica, non c’è famiglia, che non abbia il pesce come seconda portata, dopo il classico ragù della nonna. Una bella frittura del golfo, una spigola in bianco, un’orata al forno, o del pesce spada all’acqua pazza, sono piatti che sicuramente potremmo ammirare sulle tavole dei napoletani, in particolare nel pranzo domenicale.

Il pesce a Napoli, la domenica, rappresenta un autentico rito-1
Mercato del pesce di Porta Nolana, Napoli.

De resto, Napoli è una città di mare e la cucina a base di pesce non poteva mancare nella tradizione  di un popolo che fa del pesce uno degli alimenti più consumati, oltre ovviamente alla pizza, alla sfogliatella, al babà e tanto altro. Il pesce a Napoli è un elemento fondamentale della dieta mediterranea. A confermare questa atavica tradizione, se camminiamo per le vie della città possiamo notare quei bei banchi di pesce che costituiscono delle vere e proprie scenografie azzurre che non fanno altro che creare l’attenzione e la curiosità dei passanti, e soprattutto dei turisti, immancabili nello scattare centinaia di foto per immortalare la loro bellezza.

Il pesce a Napoli, la domenica, rappresenta un autentico rito-2
Pescivendolo zona Pignasecca, Napoli.

Tra i più rinomati mercatini del pesce a Napoli ricordiamo quello di Porta Nolana, o per meglio dire di Sopra le mura, quello di Porta Capuana, di via Antignano, di Piazza Mercato, della Pignasecca, oppure il mercatino della Torretta, per non parlare, naturalmente dei tantissimi pescatori che si fermano con le loro barche sul molo di Mergellina per vendere il pesce appena pescato. Altro mercato molto famoso è quello di Pozzuoli dove possiamo trovare pesce freschissimo che fa venire l’acquolina in bocca al solo vederlo. E’ un vero spettacolo ammirare quei banchi così bene attrezzati  e così bene preparati, al punto da sembrare degli affreschi che ritraggono il mare.

Il pesce a Napoli, la domenica, rappresenta un autentico rito-3
Assortimento di pesce fresco, Napoli.

Tutto ciò invita a comprare per portare a casa una specialità che forse solo a Napoli sanno cucinare. In poche parole il pesce a Napoli  è come il caffè, per gustarlo come si deve, occorre essere nel capoluogo campano e basta. Ma anche i frutti di mare sono alimenti consumati spesso e volentieri dai napoletani. Come si potrebbe mai rinunciare ad un piatto di  spaghetti alle vongole, allo scoglio  o ad un risotto alla pescatora. Piatti che in tutti i locali della città non possono mai mancare.

Il pesce a Napoli, la domenica, rappresenta un autentico rito-5
Spaghetti con le vongole.

Direttamente dal mare alla tua tavola è uno slogan che spopola. Il pesce scelto e la consolidata arte culinaria partenopea sono un binomio vincente che nessuno potrà mai emulare.

Rispondi