Home Calcio Mario Sconcerti: “Milan e Inter, nonostante gli acquisti, ancora dietro il Napoli”

Mario Sconcerti: “Milan e Inter, nonostante gli acquisti, ancora dietro il Napoli”

317
Tempo di lettura: 2 minuti
Mario Sconcerti:

Mario Sconcerti, celebre giornalista e commentatore Tv ha dichiarato che il Milan e l’Inter, nonostante gli acquisti operati finora restano ancora dietro il Napoli.

Mario Sconcerti, noto volto della televisione sportiva, nonché giornalista e opinionista, si è già proiettato alla prossima stagione, tracciando un’analisi su questa campagna acquisti che vede il Milan protagonista assoluto. Mario Sconcerti è infatti intervenuto alla radio per esprimere alcune sue considerazioni in merito.

Secondo il giornalista, il Napoli resta, al momento, ancora davanti alle due squadre milanesi, malgrado il mercato da protagoniste delle due compagini meneghine, in particolare sponda Milan. Sconcerti è un ottimo intenditore di calcio ed ha anche commentato l’operato in sede di mercato degli azzurri, trovandosi pienamente d’accordo con l’acquisto del difensore Mario Rui dalla Roma.  Ecco le sue parole su questo giocatore, peraltro conosciuto da Sarri e sul mercato in generale:

“L’unico antidoto al gioco del Napoli è aspettare, che non vuol dire giocare solo in difesa. L’Atalanta dello scorso anno per esempio lo ha fatto spesso grazie alla velocità con cui riusciva a coprire il possessore di palla avversario. L’ultimo acquisto del club partenopeo  Mario Rui è un calciatore che mi piace molto, è un’ottima scelta per il gioco di Sarri, il portoghese può servire a cambiare il ritmo delle ripartenze azzurre rispetto al croato Strinic.”

 “Mi pare, viceversa, evidente che tuttora  ci siano grossi  problemi sulla vicenda Reina, tuttavia, il solo fatto che ci siano continui dialoghi sta a significare che c’è la volontà di risolvere questa incresciosa situazione. Non mi aspettavo affatto che Leonardo  Bonucci andasse al Milan e sinceramente credo che non se lo aspettasse nemmeno lo stesso club rossonero, visto che il difensore era uno dei pilastri del reparto arretrato della Juve, Il suo acquisto è servito a timbrare il ritorno dei rossoneri ai vertici della classifica. A mio avviso, però, malgrado il rafforzamento evidente della società che fu di Silvio Berlusconi, il Napoli di De Laurentiis, mi sembra, ancora oggi, più forte del Milan, almeno di una decina di punti.”

Si tratta di un discorso che almeno sulla carta non fa una grinza, ma non ce ne voglia il buon Mario Sconcerti, sarà sempre il campo a dare il giudizio finale, inappellabile.

Rispondi