Home Cronaca locale Luigi De Magistris, primo cittadino di Napoli lancia una clamorosa proposta: una...

Luigi De Magistris, primo cittadino di Napoli lancia una clamorosa proposta: una moneta autonoma per la città partenopea

267
Tempo di lettura: 2 minuti
Luigi De Magistris
Luigi De Magistris

Luigi De Magistris, primo cittadino di Napoli, lancia una clamorosa proposta: una moneta autonoma per la città partenopea, da affiancare alla divisa europea. Naturalmente, dopo quest’uscita poco opportuna, sono stati inevitabili i post ironici sul web da parte degli stessi cittadini napoletani.

Luigi De Magistris, primo cittadino di Napoli, scatena l’ironia sul web dopo la sua clamorosa proposta di creare una moneta autonoma per la città partenopea da affiancare alla divisa europea. Gli stessi cittadini napoletani, ovviamente, ci hanno riso su ed hanno iniziato a fare del sarcasmo sull’uscita a sproposito del loro sindaco, pubblicando su di un profilo creato a proposito su  facebook,  “il fantastico mondo di De Magistris”, una vecchia banconota da duemila lire, modificata a pennello emessa dalla Banca dell’Acqua con sede in una nazione di nome Partenope, in cui sul lato destro vi è un’immagine , caricaturale che ritrae De Magistris con un’acconciatura particolare che potremmo definire, quasi napoleonica. Tale caricatura è stata rilanciata da diversi altri profili fb e qualcuno ha già battezzato la fantomatica nuova moneta il “Luigino”, memori della celebre moneta francese coniata in onore di Luigi XIV.

Luigi de Magistris
Mara Carfagna, deputata di Forza Italia e consigliere comunale, proprio nel capoluogo campano, ha scritto su Twitter, in merito alla faccenda, quanto segue: “Breve sondaggio. Secondo voi le monete complementari per #Napoli proposte da De Magistris dovrebbero chiamarsi: a) Partenope b) Pulcinelli”.  “De Magistris propone una moneta complementare per #Napoli. Chissà, magari Insigne accetterà pagamenti in Partenopi“. Dunque un’altro ironico intervento, stavolta da parte di un esponente dello stesso Comune partenopeo che ha ridicolizzato Luigi De Magistris, primo cittadino di Napoli.
Ovviamente, ove mai fosse realizzabile una tale proposta, perchè non istituire anche una moneta autonoma per la capitale, per Milano, per Bolzano, Palermo e così via. A tal proposito è intervenuto anche Gian Marco Centinaio, ministro delle politiche agricole, il quale ha affermato:
“Con la proposta del sindaco di Napoli, abbiamo by-passato addirittura la moneta nazionale, come si fa a proporre la moneta locale, come prima dell’unità d’italia. Ma forse il sindaco di Napoli credeva che fossimo a Carnevale. Vorrei dire qualcosa di molto più forte ma mi devo trattenere. Non posso dire quello che penso davvero  ” davanti alle telecamere…Siamo in fascia protetta.”.

Rispondi