Home Food Spaghetti alle vongole veraci, un autentico culto per il popolo napoletano ed...

Spaghetti alle vongole veraci, un autentico culto per il popolo napoletano ed un piatto da leccarsi i baffi

582
Tempo di lettura: 3 minuti

Spaghetti alle vongole veraci, un autentico culto per il popolo napoletano, nonché un piatto da leccarsi i baffi. Si tratta, infatti,  di un primo tipico della tradizione partenopea da gustare, per esempio, in riva al mare con un bel bicchiere di vino freddo. Di solito, la domenica, anche a casa, questo classico primo così accattivante non manca mai. Un vero e proprio rito del giorno di festa: la mattina si va al mercato del pesce per scegliere con cura le vongole più fresche e veraci, quindi si ritorna a casa e si fanno spurgare in acqua per circa due ore. Dopodiché sarà compito della nonna o della mamma cimentarsi ai fornelli per preparare questa goduria del palato.

Spaghetti alle vongole veraci, un autentico culto per il popolo napoletano, nonchè un piatto da leccarsi i baffi. Si tratta infatti di un primo tipico della tradizione culinaria partenopea, da gustare, per esempio in riva al mare, accompagnandosi con un bel bicchiere di vino freddo. Per consuetudine, a Napoli, la domenica, nelle case della stragrande maggioranza dei napoletani, questo piatto classico del giorno festivo non potrà mai mancare. E’ un vero e proprio rito che si consuma dalla mattina. Si scende nella prima mattinata e si va al mercato del pesce, di solito a quello di sopra le mura, ma i napoletani lo chiamano il mercato e  ncop e mure, quindi avvicinatisi al banco del pescivendolo si scelgono con cura le vongole più fresche e più veraci. Poi si ritorna a casa e si fanno spurgare nell’acqua per circa due ore.  Dopodiché sarà compito delle donne, la mamma, o la nonna, cimentarsi ai fornelli per preparare questa goduria del palato.

Spaghetti alle vongole veraci. Un piatto eccezionale da portare in tavola, eppure così incredibilmente semplice da preparare: Gli spaghetti alle  vongole veraci della cucina partenopea sono proposti nelle varianti rossa, ovvero con l’aggiunta di pomodoro e bianca, ovvero quella più apprezzata, con aglio, olio, peperoncino e prezzemolo. La ricetta prevede pochi ma semplici ingredienti: naturalmente occorrono le vongole veraci e non i lupini o la “vongola filippina”, molto diffusa nel Nord Italia, parente alla larga delle vongole, poi , pomodoro, aglio, peperoncino, prezzemolo ed ovviamente la pasta lunga che può essere, oltre ai classici spaghetti  anche  le linguine o i  vermicelli, a seconda delle preferenze. Vediamo ora gli ingredienti che servono per preparare questo piatto per quattro persone: 500 gr di spaghetti 1 kg di vongole veraci, 6 pomodorini pachino, mezzo bicchiere di vino bianco secco, olio, aglio, prezzemolo, peperoncino, sale. Quindi mettere le vongole a spurgare per almeno un paio d’ore  in acqua salata, in modo da eliminare la sabbia. Dopodiché versare le vongole, ben scolate, in un grande tegame, aggiungendo  2 spicchi di aglio, del peperoncino e un pò di vino..
Poi coprire il tegame  con un coperchio e lasciar andare a fuoco alto fin quando tutte le vongole non si saranno aperte. Spegnere la fiamma  e togliere dal tegame le vongole che dovranno essere filtrate con un passino per levare l’acqua di cottura e raccoglierle  in un bicchiere.A questo punto si deve scegliere se farli in bianco o al pomodoro. Nel caso sceglieste la versione rossa, occorre preparare un soffritto con acqua abbondante olio, aglio e peperoncino. Lasciare andare per qualche minuto fino a che l’aglio non si sarà imbiondito, togliendolo prima che diventi nero. Quindi versare  i pomodorini tagliati a spicchi, le vongole e mezza quantità del prezzemolo tritato. Aggiungere man mano l’acqua di cottura precedentemente filtrata, sfumare  con del vino bianco a fuoco alto e lasciare evaporare per qualche minuto.
Per finire scolare la pasta possibilmente al dente condendola  direttamente nella padella assieme alle  vongole, tenendo il fuoco basso, e facendo insaporire. Dopodiché aggiungere l’altra metà di prezzemolo ed il gioco è fatto. Ora non resta che servire ai commensali gli spaghetti alle vongole veraci ed augurare buon appetito!

 

Rispondi