Home Motori La griglia di partenza del GP di Spagna di F1 vede in...

La griglia di partenza del GP di Spagna di F1 vede in prima fila i soliti rivali

384
La griglia di partenza del GP di Spagna di F1 vede in prima fila i soliti rivali

La griglia di partenza del GP di Spagna di F1 vede in prima fila i soliti rivali

Prove di qualifiche assolutamente spettacolari, quelle viste ieri a Montmelò, nei pressi di Barcellona, per stabilire la griglia di partenza del GP di Spagna che vedrà partire, in prima fila i due principali protagonisti del Mondiale che quest’oggi si daranno battaglia fin dalla prima curva in un campionato, a dire il vero, mai così avvincente come quest’anno. Soltanto 51 millesimi di differenza hanno separato Lewis Hamilton e Sebastian Vettel per una pole position da autentico cardiopalma. Ancora una volta Mercedes e Ferrari a duellare, fianco a fianco, per tentare di primeggiare l’una sull’altra, come da tempo non accadeva.

Dietro i due campioni  di Mercedes e Ferrari, la griglia di partenza del GP di Spagna, vede  i rispettivi compagni di squadra: un Bottas un pò appannato dopo i problemi nelle ultime prove libere ed un Raikkonen che nelle qualifiche ha dato l’impressione di poter partire in pole davanti a tutti, ma che invece, alla fine, si è posizionato solo al quarto posto. Ancora in terza fila le Red Bull con Max Verstappen e Daniel Ricciardo, ma più vicinedel solito alla nuova Rossa e alla macchina dalla Stella d’Argento.

Strepitosa settima posizione per Fernando Alonso osannato da suoi fan e dal box McLaren come se avesse addirittura vinto il Gran Premio. Sicuramente una bella sorpresa quella fornita dal pilota spagnolo, il quale, ieri, aveva rotto il motore nel primo giro di installazione e si era dovuto accontentare di giocare a paddle, piuttosto che testare la sua monoposto nelle prime prove libere.

Al settimo cielo  il morale dell’ex driver della Ferrari. Un Alonso certamente pronto per volare e correre a Indianapolis. “È stata una qualifica sorprendente, sono felice di un piazzamento per noi inatteso, visti i tanti problemi che abbiamo avuto: la macchina andava più forte del normale, forse, per la spinta del pubblico che qui dà sempre un extra. Queste le parole del pilota della Mclaren, subito dopo le qualifiche.

Non abbastanza contento, invece, Sebastian Vettel il quale ha dichiarato che poteva fare di meglio ma non è tutta colpa sua se il motore si è dovuto rimontare. Il pilota della casa di Maranello conquista soltanto il secondo posto in griglia di partenza in questo Gp di Barcellona, a mezzo centesimo dalla pole position di Hamilton. Un vero peccato perchè la prima posizione era davvero a portata di mano. ”Il primo giro in Q3 – aggiunge il pilota tedesco della Rossa non mi ha soddisfatto, nel secondo ho fatto meglio ma non è bastato per la pole, devo dire bravo ad Hamilton che si è mostrato superiore”.

Rispondi