Home Calcio Serie B. Cadono ancora Benevento e Salernitana, Avellino agguantato sul filo di...

Serie B. Cadono ancora Benevento e Salernitana, Avellino agguantato sul filo di lana

258
Tempo di lettura: 2 minuti
Ventottesima giornata serie B, cadono ancora Benevento e Salernitana, Avellino agguantato sul filo di lana

Ventottesima giornata di serie B: Benevento e Salernitana perdono ancora, per l’Avellino solo un pari.

Nel turno infrasettimanale della ventottesima giornata del campionato di serie B, cadono nuovamente Benevento e Salernitana, rispettivamente a 1 a 0 a Novara e 1 a 2 all’Arechi con la Spal. Per le squadre campane soltanto l’Avellino torna a casa con un punto, essendo stato raggiunto all’ultimo secondo sull’1 a 1 dalla Pro Vercelli allo stadio Silvio Piola. Un bruttissimo Benevento rimedia contro il Novara la seconda sconfitta di fila e scivola di conseguenza  a -5 dal secondo posto. Dopo un primo tempo molto noioso il Novara mette la quinta nella ripresa. L’azione decisiva giunge al minuto 54: i padroni di casa su una punizione dalla trequarti sinistra di Sansone, prolungata di nuca sul secondo palo da Mantovani realizzano il gol vittoria con Troest che mette alle spalle del portiere Cragno con un tiro al volo di destro. Il Benevento non reagisce e gli azzurri piemontesi ne approfittano per meritare il successo sfiorando il raddoppio, prima con Macheda, e poi con Sansone.

A Salerno la Spal si conferma assoluta realtà di questo campionato di serie cadetta battendo la Salernitana di Bolini, tornata sul baratro della zona play out. Dopo occasioni fallite da ambo le parti, il risultato cambia dopo poco più di mezz’ora di gioco: Vitale atterra in area Finotto permettendo a Zigoni di realizzare il conseguente calcio di rigore che frutta il suo settimo gol stagionale. La Salernitana abbozza una reazione ma fallisce altre due facili occasioni per trovare il pareggio con Coda e Vitale.

La Spal non fa una grinza e, dopo essersi ripresentata dalle parti dell’estremo difensore granata Gomis con Finotto, nel finale di gara, realizza la seconda rete: Floccari impegna Gomis con un forte tiro col mancino dal limite e poi, su assist di Zigoni, è velocissimo ad avventarsi sulla respinta, insaccando a porta vuota. La Salernitana ha una reazione d’orgoglio e, in pieno recupero, riesce almeno a rendere meno pesante la sconfitta con Coda che risolve una mischia in area di rigore con un preciso tiro di destro a fil di palo.

Infine, la squadra di Novellino, per un soffio non trova la quarta vittoria consecutiva in questa ventottesima giornata di Serie B. Solo all’ultimo secondo del match, la Pro Vercelli agguanta l’Avellino e porta a casa un punto d’oro in ottica salvezza. La gara si sblocca dopo appena 8 minuti: Vives mette giù in area Ardemagni e induce l’arbitro Martinelli a decretare il conseguente rigore. Verde segna ma il direttore di gara fa ripetere l’esecuzione dal dischetto avendo notato troppi giocatori irpini dentro l’area della Pro Vercelli.

L’ex attaccante della Roma si fa ribattere  la nuova conclusione dagli undici metri da Provedel ma poi è prontissimo a presentarsi sulla ribattuta per ribadire in rete. I padroni di casa prendono il comando delle operazioni ma sciupano la migliore delle occasioni per ristabilire la parità, con Emmanuello. La Pro Vercelli deve così attendere i minuti di recupero per riuscire a recuperare il risultato: il difensore biancoverde Moretti intercetta ingenuamente con un braccio un colpo di testa di Comi, permettendo allo stesso attaccante di realizzare, su calcio di rigore, il gol dell’1 a 1. Per la cronaca la ventottesima giornata di Serie B ha visto la capolista Frosinone frenare la corsa al Renato Curi di Perugia, dove ha pareggiato per 1 a 1, mentre il Verona dell’ex azzurro Fabio Pecchia ritrova il successo contro la Ternana grazie ad una doppietta di Pazzini.

Rispondi