Home Attualità La tragedia di Alessandra Madonna, una vita spezzata a soli 24 anni

La tragedia di Alessandra Madonna, una vita spezzata a soli 24 anni

1151
Tempo di lettura: 2 minuti
La tragedia di Alessandra Madonna, una vita spezzata a soli 24 anni-1

Alessandra Madonna, una vita spezzata a soli 24 anni.

La giovane ragazza residente a Melito di Napoli è morta oggi all’Ospedale San Giuliano di Giugliano, a seguito dei gravi traumi riportati nell’incidente che l’ha vista coinvolta ieri notte a Mugnano di Napoli. Secondo le prime ricostruzioni, la ragazza avrebbe avuto una lite furibonda con il suo fidanzato, alla fine della quale l’uomo è ripartito di gran carriera a bordo della sua auto. La giovane donna però si è aggrappata all’auto, venendo così trascinata per numerosi metri in Via Cesare Pavese, a Mugnano di Napoli. Alessandra Madonna è rovinata poi al suolo, perdendo i sensi ed è stata immediatamente trasportata in ospedale, dal giovane incensurato, ora agli arresti domiciliari.

La tragedia di Alessandra Madonna, una vita spezzata a soli 24 anni-2

Una ragazza di grande solarità, amata da tutti.

Alessandra era una ragazza allegra, solare, vivace amata da tutti, tornata di recente da un viaggio a Cuba che l’aveva resa ancor più bella ed adrenalinica. La famiglia e gli amici faticano enormemente a capacitarsi di questa tragedia che l’ha portata via da loro, a soli 24 anni d’età. Una vicenda su cui l’autorità giudiziaria indagherà a fondo, allo scopo di fare chiarezza su un episodio di cronaca che ha destato notevole sgomento e non soltanto nella comunità di Melito di Napoli. Tra i numerosi messaggi d’affetto che si sono moltiplicati in queste ore sulla pagina Facebook di Alessandra, colpisce questo messaggio che pare sintetizzare al meglio la vivace personalità della giovane vittima:

“Mi piace ricordarti così … sempre allegra, piena di vita con cuore ed una solarità che poche persone hanno! Non ci posso ancora credere stasera dovevamo vederci e finalmente stare insieme, ma purtroppo non sarà più possibile… mi mancherai Ale.”

 

Rispondi