Home Attualità Torre annunziata la palazzina crollata le ricerche procedono con cautela

Torre annunziata la palazzina crollata le ricerche procedono con cautela

497
Tempo di lettura: 2 minuti
Torre Annunziata -palazzina crollata
La Palazzina crollata

A Torre Annunziata in provincia di Napoli, stamane, parte di una palazzina situata sulla litoranea prospiciente il mare, in via Rampa annunziata nei pressi di una massicciata della ferrovia è crollata improvvisamente.

Immediati i soccorsi della polizia di stato e poi subito al lavoro i vigili del fuoco provenienti dai comandi di Napoli Caserta e Roma. Si scava con molta cautele ed a mani nude, sono anche in azione le unità cinofile e poche ore fa è intervenuta una unità speciale dei vigili del fuoco di Roma che hanno installato un sofisticato rivelatore audio

In queste ultime ore da rilievi effettuati, mancherebbero all’appello due nuclei familiari, una composta da genitori e due bambini, un’altra da tre persone adulte. Un totale di otto persone quindi, anche se attualmente risulta ancora difficile dare notizie ufficiali sul numero effettivo dei dispersi. I primi due piani erano disabitati e interessati da lavori di ristrutturazione. Dove risiedevano le famiglie dei dispersi erano il terzo e quarto. Gli inquirenti temono possano esserci connessioni tra i lavori in corso ed il crollo dello stabile.

Torre Annunziata - proseguono le ricerche

Le effettive cause del crollo dell’edificio sono comunque, in queste ore, ancora al vaglio degli inquirenti che nel frattempo hanno aperto un fascicolo per crollo colposo, si sono quindi recati sul posto il procuratore aggiunto Pierpaolo Filippelli e il sostituto Andreana Ambrosino, della procura di Torre Annunziata, mentre sono stati acquisiti dall’Ufficio tecnico del Comune i primi documenti catastali relativi all’immobile e ai lavori che stavano interessando i piani inferiori dell’edificio.

Il sindaco di Torre Annunziata, Enzo Ascione, ha dichiarato alla stampa: “Era una palazzina messa male, sono meravigliato che nessuno abbia mai segnalato eventuali anomalie e/o richiesta la messa in sicurezza dell’immobile alla amministrazione comunale“. 

Le ricerche procedono con cautela: si sta cercando innanzitutto mettere in sicurezza l’area poiché si lamentano già due feriti tra i vigili del fuoco trai i primi intervenuti sul luogo del disastro. Si invita costantemente al silenzio, poichè sono in azione i cani dei vigili del fuoco ma sono anche impegnate le unità cinofile della Protezione civile della Regione Campania. Si lavora incessantemente, sottolineano i soccorritori.

Si sta scavando a mani nude e per liberare velocemente l’area si sta depositando tutto il materiale nella sottostante massicciata della linea ferroviaria. Intanto sono stati effettuati rilievi topografici e sentiti i parenti dei dispersi per effettivamente poter localizzare l’ubicazione delle camere da letto.

Rispondi