Home Cultura Mostra Modigliani Opera, dedicata al noto pittore toscano, alla Reggia di Caserta...

Mostra Modigliani Opera, dedicata al noto pittore toscano, alla Reggia di Caserta fino al 31 ottobre

340
Tempo di lettura: 2 minuti
Mostra Modigliani Opera, dedicata al noto pittore toscano, alla Reggia di Caserta fino al 31 ottobre-1

Mostra Modigliani Opera dedicata al noto pittore toscano alla Reggia di Caserta fino al 31 ottobre. Un itinerario creato per rappresentare e raccontare i particolari della travagliata esistenza dell’artista livornese, nel tentativo di  trovare una connessione  tra l’uomo e la sua arte con l’aiuto delle nuove tecnologie moderne.

La Mostra Modigliani Opera, aperta presso la Reggia di Caserta. il quattro maggio scorso e dedicata al famoso pittore e scultore  toscano Amedeo Modigliani rappresenta un percorso narrativo dei particolari della travagliata e tormentata esistenza dell’artista livornese, al fine di trovare una connessione fra l’uomo e la sua arte, aiutandosi attraverso le nuove tecnologie moderne. Si tratta di un autentico spettacolo multimediale, suddiviso in quattro sale, che lega cinema e teatro mediante animazioni in 2 e 3 D, voluto dalla Fondazione Amedeo Modigliani.

In realtà la Mostra Modigliani Opera intende rendere il visitatore  totalmente partecipe dell’itinerario espositivo, procurandogli emozioni visive e sonore, immedesimandolo nella vita del pittore che fu il massimo esponente dell’arte europea durante il periodo  della Belle Époque. Sarà possibile accedere ad un laboratorio didattico, ad una sala con visori VR, ad una con ologrammi in 4K ed infine ad un’arena nella quale vi è uno  schermo a 360° su cui si assisterà ad  un docu-film biografico di Amedeo Modigliani. Questi, in sostanza  gli elementi che contraddistinguono la mostra Modigliani Opera, che sarà visibile fino al 31 ottobre prossimo.
La Mostra si basa su diverse tematiche, partendo dalle origini, passando per la malattia, che influirà moltissimo sulla sua vita, per Parigi,dove si trasferì poco più che ventenne, fino alla morte avvenuta a soli 36 anni ed alla notorietà postuma.  La moglie Jeanne Hébuterne non riuscendo a sopportare il dolore per la dipartita del marito si tolse la vita lanciandosi  nel vuoto, uccidendo così, non solo sé stessa ma anche il figlio che portava in grembo. Ben tre tragedie in una, quindi, per uno dei più rappresentativi pittori e scultori italiani del novecento.

Rispondi