Home Cinema Dogman, il film documentario di Matteo Garrone, girato a Castel Volturno, in...

Dogman, il film documentario di Matteo Garrone, girato a Castel Volturno, in lizza per gli Oscar

260
Tempo di lettura: 2 minuti
Dogman, il film documentario di Matteo Garrone, girato a Castel Volturno, in lizza per gli Oscar

Dogman, il film documentario di Matteo Garrone, girato a Castel Volturno, in lizza per gli Oscar 2019. Quest’ultimo rappresenterà l’Italia nella categoria “Miglior lungometraggio in lingua straniera”. Il film è stato scelto tra 21 film italiani proposti, tra cui c’erano anche “Napoli Velata” di Ozpetek, “A casa tutti bene” di Muccino e “L’Esodo” di Formisano, le cue riprese sono state effettuate, tutte, nel capoluogo partenopeo. 

Il noto film documentario di Matteo Garrone, dal titolo Dogman, girato quasi interamente nella cittadina casertana di Castel Volturno è candidato agli Oscar 2019, alla 91esima edizione degli Academy Awards. Lo ha deciso la commissione selezionatrice dell’Anica, dopo una complessa sessione di voto e rappresenterà il nostro paese nella categoria “Miglior lungometraggio in lingua straniera”. Dogman, in verità, è stato scelto tra 21 film italiani in lizza tra cui vi erano anche “Napoli Velata” di Ozpetek, “A casa tutti bene” di Muccinoe “L’Esodo” di Formisano, girati tutti interamente a Napoli. Il film che si rifà al caso del “canaro” della Magliana, un celebre fatto di cronaca nera anni ’80, ha ricevuto una straordinaria standing ovation al Festival di Cannes, che ha anche premiato Marcello Fonte in qualità di miglior attore protagonista. Come ha riferito il quotidiano  Il Corriere della Sera, Dogman ha superato il film antagonista, solo alla quarta votazione per 5 preferenze a 4.

Naturalmente il piccolo comune di Castel Volturno è in ansia per le sorti del lungometraggio e fa il tifo per Matteo Garrone, che ha ridato dignità alla cittadina della provincia di Caserta, facendola apprezzare anche al di là dei confini della Campania, con i suoi trenta chilometri di costa, che il regista ha scelto anche per “L’Imbalsamatore”, suo primo grande successo cinematografico. In realtà Dogman si svolge quasi per intero sulla piazza in cui ci sono il negozio di animali  e quello del gioielliere; il quartiere è stato totalmente ricostruito nell’ex porticciolo del noto Villaggio Coppola.

Rispondi