Home Cronaca locale Napoli: Cappella Pignatelli, gioiello del Rinascimento italiano, finalmente restaurata e restituita alla...

Napoli: Cappella Pignatelli, gioiello del Rinascimento italiano, finalmente restaurata e restituita alla città

707
Tempo di lettura: 2 minuti

Napoli: Cappella Pignatelli, gioiello del Rinascimento italiano, finalmente, restaurata e restituita alla città. Oggi lunedì 25 giugno alle ore 18, infatti, sarà riaperta la cappella della chiesa di Santa Maria dei Pignatelli. La struttura di proprietà dell’Università Suor Orsola Benincasa è stata rimessa a nuovo grazie ai fondi europei stanziati per il Grande Progetto “Centro Storico di Napoli – Sito Unesco”, affidato peraltro allo stesso Comune del capoluogo partenopeo.

Napoli: Cappella Pignatelli, gioiello del Rinascimento italiano, è tornata al suo antico splendore, e la città, finalmente, si è riappropriata di uno dei capolavori artistici e architettonici più importanti del Cinquecento. Il restauro è completamente terminato ed oggi lunedì  25 giugno, alle ore 18, sarà riaperta al pubblico, per l’inaugurazione ufficiale. La struttura di proprietà dell’Università Suor Orsola Benincasa è stata rimessa a nuovo grazie al fondi europei stanziati per il Grande Progetto “Centro Storico di Napoli – Sito Unesco”, affidato, peraltro allo stesso Comune del capoluogo partenopeo.La chiesa di Santa Maria dei Pignatelli, come è noto, si trova  nel cuore del centro antico del capoluogo campano, esattamente,presso Largo Corpo di Napoli, nella zona dei decumani, dove si intersecano piazzetta Nilo e San Biagio dei Librai.

La restaurazione della Cappella Pignatelli costituisce un ulteriore  incentivo per dare lustro al turismo, sia artistico che religioso, turismo che ha sempre caratterizzato positivamente la città di Napoli. All’inaugurazione di questa sera  saranno presenti il Rettore dell’Università di Suor Orsola Benincasa,il dottor  Lucio d’Alessandro, i fratelli Fabio e Giovanni Pignatelli, il sovrintendente per l’Archeologia, le belle arti ed il paesaggio per il Comune di Napoli, Luciano Garella, il direttore del Museo di Capodimonte, Sylvain Bellenger, nonché l’eqiupe di lavoro dell’Università Suor Orsola Benincasa, capeggiata dal   coordinatore scientifico per i  lavori di restauro, Pierluigi Leone de Castris, accompagnato dal progettista dell’intervento, Massimo Del Giudice, il progettista degli arredi e dell’illuminazione, Sergio Prozzillo, e tutti gli studenti del Corso di Laurea magistrale in Restauro dei beni culturali,. i quali  hanno dato il loro contributo nell’opera di rifacimento della Cappella Pignatelli.

Rispondi