Home Cinema Palazzo Pandola, una vera e propria casa del cinema, nel cuore di...

Palazzo Pandola, una vera e propria casa del cinema, nel cuore di Napoli

572
Tempo di lettura: 2 minuti

Palazzo Pandola, una casa del cinema.

Napoli è una città ricca di storia, d’arte e popolata da sontuosi e antichi palazzi signorili. A piazza del Gesù al numero 33, di fronte alla guglia dell’Immacolata, a pochi passi dalla Chiesa del Gesù Nuovo e dal complesso monumentale di Santa Chiara, si ammira Palazzo Pandola. In origine l’edificio fa parte di un unico corpo di fabbrica unito a palazzo Pignatelli di Monteleone, in cui vive a lungo la famiglia dell’artista francese Edgar Degas. Nel 1823, con l’acquisto da parte di Gaetano Pandola, imparentato con i Pignatelli, si stacca diventando un palazzo autonomo.

Gusto neoclassico.

La celebre facciata rossa viene realizzata secondo il gusto neoclassico, dotata di balconi, cornicione imponente e portale avanzato rispetto al prospetto. All’interno, invece, si apre uno scalone settecentesco con alcune decorazioni pittoriche. Il palazzo diventa rifugio di Carlo Poerio, patriota e poi vicepresidente della Camera dei Deputati del neonato Regno d’Italia. Inoltre, ospita molte riunioni dei patrioti irredentisti tra cui Guglielmo Oberdan, come ricordato da una targa sulla facciata.

Palazzo Pandola, è uno dei set più scelti ed amati del cinema italiano.

Il Palazzo Pandola è conosciuto come la casa di Filumena Marturano, interpretata dalla bravissima Sofia Loren nel capolavoro di Vittorio De Sica “Matrimonio all’Italiana”, tratto dalla commedia teatrale del grande Eduardo De Filippo. Location già scelta dal regista Vittorio de Sica , dieci anni prima, per girarvi un episodio de “L’oro di Napoli “, tratto dalla raccolta omonima di racconti di Giuseppe Marotta e adattati per il cinema da Cesare Zavattini. In quest’episodio “I giocatori”, il Conte Prospero B., interpretato dallo stesso De Sica, incallito giocatore, ormai ridotto in povertà, sfida e perde ripetutamente a carte il piccolo Gennarino, figlio del portiere.

Giuseppe Moscati.

Il palazzo funge anche come abitazione di Giuseppe Moscati nella miniserie televisiva del 2007, dedicata al “medico dei poveri”, interpretato da Giuseppe Fiorello. Palazzo Pandola è stato recentemente scelto come location dal regista turco Ferzan Özpetek per il suo film “Napoli Velata” . Infatti qui avviene il primo incontro tra i protagonisti Adriana (Giovanna Mezzogiorno) e Andrea (Alessandro Borghi), mentre si svolge la rappresentazione teatrale della “Figliata dei Femminielli”.

Rispondi