Home Cultura Etruschi e il MANN, attesissima mostra a Marzo a Napoli

Etruschi e il MANN, attesissima mostra a Marzo a Napoli

608
Canopo etrusco.

Etruschi e il MANN, attesissima mostra a Marzo al Museo Archeologico di Napoli. percorso espositivo, pensato dall’archeologo Valentino Nizzo e promosso dal MANN in collaborazione con Electa.

“È davvero sorprendente pensare che la stessa regione dell’Italia centrale, nella forma dell’antica Etruria e della Toscana moderna, ben due volte sia stata la fonte della civiltà in Italia. A partire dal VII secolo a.C. e dal XV secolo in poi, all’alba dell’antichità e all’inizio dei tempi moderni, la stessa regione della penisola si è distinta per qualità eccezionali. La nascita e la rinascita (Rinascimento) dell’Italia ebbero la stessa culla.”

(Jacques Heurgon)

 

Etruschi e il MANN, attesissima mostra che aprirà i battenti al Museo Archeologico di Napoli il prossimo 16 marzo 2020 (fino al 30 Ottobre). Un’occasione davvero imperdibile per approfondire la meravigliosa storia etrusca. L’esposizione, abbraccerà un arco cronologico molto ampio,  che va dal X al IV secolo a.C. .Focus particolare sulla storia di una Etruria Campana, idea che fino alla fine dell’Ottocento, è stata rifiutata fino a quando l’archeologia ha evidenziato interessanti dati anche sulla fondazione etrusca della città di Pompei. Il percorso espositivo, pensato dall’archeologo Valentino Nizzo e promosso dal MANN in collaborazione con Electa, sarà diviso in due sezioni.

Villa Giulia: museo etrusco più importante al mondo, nel cuore di Roma

Museo MANN di Napoli.

La prima sezione prevede un particolare approfondimento archeologico sugli Etruschi in Campania con documentazione relativa alla presenza di questi nella regione, dal I millennio fino al processo di sannitizzazione del territorio quando dopo le sconfitte di Cuma tra VI e V secolo a.C. il potere etrusco sul Mediterraneo tramontò progressivamente. La seconda sezione della mostra, invece, valorizzerà i materiali etruschi presenti al Museo, esterni al territorio campano, acquisiti sul mercato collezionistico dal MANN.

Paolo Giulierini, Direttore del Museo MANN di Napoli.

Accanto ad oggetti anche volumi e documenti d’epoca che illustreranno l’evoluzione del pensiero scientifico dal ‘700 al ‘900, che hanno contribuito alla riscoperta del passato etrusco della Campania. Ad arricchire l’esposizione un gruppo di materiali dal prestigioso Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia di Roma. L’intero corredo della Tomba Bernardini da Palestrina (675 – 650 a.C.). Seicento in totale i reperti, oltre ad almeno duecento opere , saranno presentati orgogliosamente al pubblico nell’ambito della mostra Etruschi e il MANN , per la prima volta dopo un’attenta campagna di studio e restauro. Il tutto allo scopo di consentire la riscoperta della straordinaria degli Etruschi e del territorio di loro pertinenza che si estendeva dall’Etruria padana fino a Pontecagnano, in Campania.

Romanzo storico e popoli italici: gli Etruschi narrati da Andrea Amato

 

 



Vi ricordiamo che con Amazon Prime potrete avere spedizioni gratuite in 24 ore lavorative su migliaia di prodotti oltre a servizi extra come Amazon Prime Video. I primi 30gg sono gratuiti. Iscriviti Gratuitamente ad Amazon Prime per 30gg.


Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle.
In promozione per 2 mesi GRATIS!
Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Rispondi