Mercante Oztomecatl. Dal Codex Laud, Manoscritto rituale e divinatorio mesoamericano risalente al diciassettesimo secolo.

Cacao in Mesoamerica: il ruolo degli Oztomeca, speciali mercanti Aztechi

Figure preziose con uno status sociale elevatissimo.

Cacao in Mesoamerica: il ruolo degli Oztomeca, speciali mercanti Aztechi. Figure preziose con uno status sociale elevatissimo.

Cacao in Mesoamerica. I mercanti che si impegnavano nel commercio a lunga distanza per ottenere beni di lusso di alto valore occupavano un posto speciale tra i popoli Mesoamericani.  Il mercante specializzato nelle lunghe distanze era definito Oztomecatl, (Oztomeca al plurale) ,o mercante d’avanguardia. Gli studiosi contemporanei si sono generalmente riferiti ai mercanti di lunga distanza come Pochteca perché è il termine più frequentemente usato nella letteratura. Possiamo ritenere che il termine Pochteca sia un termine generale che si riferisce al titolo generico di mercante, mentre la parola Oztomecatl si riferisce specificamente al mercante specializzati nelle lunghe distanze. 

JOIN our Facebook Group: Meditation Mindfulness Yoga Mantra

Tre caratteristiche contraddistinguono le attività uniche di tutti i mercanti d’avanguardia / Oztomeca. In primo luogo, erano speciali mercanti che si impegnavano nel commercio a tempo pieno. Mentre alcuni individui potrebbero aver avuto anche delle terre per sostenere le loro famiglie, la maggior parte del loro reddito proveniva dai loro sforzi imprenditoriali individuali. In secondo luogo, i rischi dei viaggi a lunga distanza richiedevano la cooperazione tra i mercanti.

Tratta dal Florentine Codex prodotto da Bernadino de Sahagún, questa illustrazione mostra come un mercante Oztomecatl (a sinistra) offre molti beni di lusso alla nobiltà Azteca, non solo il cacao.

Il risultato fu che la maggior parte dei mercanti d’avanguardia risiedeva in comunità corporative internamente stratificate che fornivano assistenza reciproca ai propri membri. Terzo e ultimo, i mercanti che si impegnavano nel commercio a lunga distanza si concentravano sull’approvvigionamento di beni di ricchezza come la giada, le piume e i tessuti riccamente decorati. Questi oggetti erano importanti insegne di rango e status all’interno della società e un’enorme fonte di ricchezza per colore  che li commerciavano.

Tratta dal Florentine Codex prodotto da Bernadino de Sahagún, questa illustrazione mostra come i mercanti Oztomeca trasportavano i semi di cacao su lunghe distanze.

Aztechi e Cacao.

Cacao in Mesoamerica. Quando si parla della produzione e del consumo di Cacao nell’antica Mesoamerica, è generalmente noto che si ritiene che gli Aztechi abbiano trattato questa fonte di cibo con un alto grado di importanza, facendone uso come bevanda fredda consumata dalla nobiltà e anche come forma di moneta. Si sa anche che gli Aztechi importavano il cacao che consumavano dai Maya. Tuttavia, è bene sottolineare fortemente il ruolo di coloro che avevano il compito di trasportare i semi di cacao dai Maya agli Aztechi. Queste persone, conosciute come detto come mercanti d’avanguardia – Oztomeca. –  erano ben lontane dal ricoprire il ruolo di contatidono o schiavo. Esaminando più in dettaglio i mercanti Pochteca e il loro ruolo di trasporto, credo che non solo si possa rafforzare l’ideologia che afferma come gli Aztechi credessero che il cacao fosse una fonte di cibo estremamente lussuoso, Le diverse classi sociali giocavano un ruolo importante nella società azteca. Gran parte dell’impero era composto da contadini e schiavi, che svolgevano la maggior parte dei compiti riguardanti l’agricoltura e la produzione di cibo, così come il commercio e il combattimento. Tuttavia, di fronte al compito di trasportare i semi di cacao dalle regioni Maya, la nobiltà azteca si affidava a queste preziose figure dedite al commercio. 

Yoga and Christian Meditation
Clicca sull’immagine. Cristiano Luchini – “I giorni della gentilezza” – versione in Italiano. Colorate istantanee dell’immaginazione; piccole storie di vita e di persone permeate da spiritualità, emozione e amore. Esse sono accompagnate da bellissime illustrazioni realizzate da eccellenti artisti provenienti da 13 paesi dei 5 continenti.

Da sapere.

L’anandamide è un neurotrasmettitore prodotto nel cervello ed è considerato un endocannabinoide (una sostanza prodotta nel corpo che si lega ai recettori dei cannabinoidi) ed è sintetizzata in aree del cervello che sono importanti per la memoria, la motivazione, i processi di pensiero superiori e il controllo dei movimenti. Gioca un ruolo importante nella percezione del dolore, nell’appetito e nella fertilità. L’anandamide è responsabile dello stato di benessere che sperimentiamo in attività come la corsa e l’esercizio fisico , lo yoga, la meditazione e le attività ricreative in generale.

L’anandamide prende il nome da Ananda, la parola sanscrita per “beatitudine interiore”, ed è spesso definita la “molecola della beatitudine”. Aumentando la neurogenesi (la formazione di nuove cellule nervose) l’anandamide mostra proprietà ansiolitiche e antidepressive.  Secondo una ricerca fatta al Neurosciences Institute di San Diego, California, “il cioccolato contiene sostanze farmacologicamente attive che hanno lo stesso effetto della cannabis  sul cervello.” Ora si è capito che l’anandamide presente naturalmente nel cioccolato si lega ai recettori dei cannabinoidi e imita da vicino gli effetti dei cannabinoidi. È possibile aumentare la presenza di anandamide semplicemente mangiando cioccolato.

Il cioccolato è la principale fonte alimentare di anandamide. Tre sostanze presenti nel cioccolato e nella polvere di cacao sembrano imitare i cannabinoidi attivando i recettori o aumentando i livelli di anandamide. Il cioccolato contiene caffeina e feniletilamina, una sostanza nota come “molecola dell’amore” che simula la sensazione di essere innamorati. Contiene anche teobromina (una sostanza strettamente legata alla caffeina) che agisce come rilassante piuttosto che come stimolante. Si crede che la teobromina faccia anche produrre più anandamide nel cervello.

Cannabis in the Americas and Mesoamerica: incontro con un curandero messicano

Mantra T Shirt – T Shirt Con Quetzalcoatl. Acquistala su Redbubble. Clicca sull’immagine.

Una classe di persone piccola ma molto stimata, gli Oztomeca avevano molta più ricchezza e autorità di qualsiasi contadino o schiavo nell’impero Azteco. Soltanto ereditariamente, la capacità di diventare un mercante d’avanguardia era difficile che molto apprezzata. I reali aztechi avevano grande rispetto e fiducia in loro e, di conseguenza, concedevano loro il permesso di vagare al di fuori delle terre governate dagli Aztechi, un’abilità concessa a nessun altro membro della società. Per questo motivo, si ritenne opportuno che fossero tali mercanti a commerciare il cacao con i Maya.  Gli Oztomeca rasportavano i semi di Cacao in grandi sacchi, che erano legati intorno alla spalla o alla testa (foto a destra), sulla lunga distanza tra Tenochtitlan (capitale dell’Impero Azteco) e le aree Maya ricche di Cacao.  Svolgendo questi commerci di Cacao con i Maya, i mercanti Pochteca erano in grado di ottenere grandi ricchezze, che di solito tenevano nascoste . Guadagnarono anche ulteriore fiducia da parte dei reali aztechi, che iniziarono a usarli per il commercio in altre aree del Mesoamerica e anche per spiare altri popoli.

Mantra T Shirt – TShirt con Illustrazione mercante Oztomecatl – Acquistalo su Redbubble. Clicca sull’immagine.

Ti andrebbe di offrirci una birra?

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci una birra? Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news!

Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione!

https://www.paypal.me/redazionecrononews




Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle. In promozione per 2 mesi GRATIS! Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Crono.news periodico online di informazione e formazione. Un magazine digitale indipendente, libero da ideologie e preconcetti. Un nuovo modo di comunicare e condividere l’informazione e la conoscenza.

Altre storie
Meditation & Samskara: vincere lo stress ereditario impresso nella mente