Dantedì- il giorno di Dante Alighieri

Dantedì è il giorno dedicato al sommo poeta Alighieri

IL 25 marzo, data riconosciuta come inizio del viaggio.

Dantedì. Il 2021 è l’anno di Dante Alighieri. In tutto il mondo si celebrano i 700 anni dalla morte del poeta, grande autore della immensa opera letteraria, testo base della lingua italiana.

Dantedì, un giorno speciale, dedicato al sommo poeta Italiano Dante di Alighiero degli Alighieri di Firenze, nell’anno del settimo centenario dalla sua morte ed alla sua opera maggiore, la “Divina Commedia”, riconosciuto capolavoro della letteratura universale. Un testo fondamentale nell’ambito del pensiero medievale e rinascimentale che riunisce tutte le conoscenze fino ad allora disponibili, dai classici antichi al gotico, riflettendo la fede religiosa e le convinzioni morali e filosofiche.

JOIN our Facebook Group: Meditation Mindfulness Yoga Mantra 

Nato a Firenze nel 1265, Dante Alighieri fu un poeta che ebbe un’importante influenza sulla costruzione dell’identità italiana e della cultura moderna in generale. Numerosi artisti di tutti i tempi crearono illustrazioni sulla figura Dantesca e le sue opere: Botticelli, Gustave Doré, Michelangelo, Salvador Dalí, Luca Signorelli, William Blake etc., egli morì a Ravenna nel 1321 a 56 anni.

Ogni anno, a decorrere dal 2021, nel giorno 25 marzo, data che gli studiosi riconoscono come inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia, in Italia e nel mondo intero si celebrerà ilDantedì. Una giornata, ogni anno, per ricordare il genio di Dante Alighieri attraverso moltissime iniziative che vedranno un forte coinvolgimento delle scuole, degli studenti e delle istituzioni culturali. Dante ricorda molte cose che ci tengono insieme, Dante è l’unità del Paese, Dante è la lingua italiana, Dante è l’idea stessa di Italia. L’opera della Divina Commedia, è definito il testo basico della lingua italica e di conseguenza è stato assunto a simbolo dell’unità della nazione, Uno dei fatti principali dell’Italia di questo periodo storico.

Dante inferno e paradiso – Diario & Schizzi. Disponibile su Amazon clicca sull’immagine.

 

LA DIVINA COMMEDIA.

Riconosciuto come un capolavoro della letteratura universale, si tratta di un testo fondamentale nell’ambito del pensiero medievale e rinascimentale che riunisce tutte le conoscenze fino ad allora disponibili, dai classici antichi al gotico, e riflette la fede religiosa e le convinzioni morali e filosofiche. Inoltre, analizza temi teologici come il peccato e le virtù, e approfondisce gli elementi scientifici dell’epoca come la composizione dell’universo e dei pianeti. Nell’immenso affresco letterario, dantesco viene narrato il viaggio in cui il poeta, guidato da Virgilio e Beatrice, passa attraverso l‘Inferno, il Purgatorio e il Paradiso e descrive le persone che si trovano all’interno di una serie di cerchi a seconda dei loro peccati e del ricordo che hanno lasciato nella loro vita.

La Divina Commedia è strutturata in tre parti: Inferno, Purgatorio e Paradiso, ciascuna suddivisa in 33 canti, oltre ad un canto,  proemiale, introduttivo nell’ambito di un esercizio oratorio elaborato e composito, per un totale di 100 canti. Questo costante riferimento al numero tre è una decisa allegoria della Santissima Trinità. Un dato interessante, emerge dalla attenta lettura della grande opera, della Divina commedia, forse un ulteriore messaggio, nascosto, che il sommo poeta ha voluto lasciare tra i suoi versi, ai suoi posteri. Questo si ricava, meglio ancora, si può interpretare, attraverso la disamina delle parole più frequentemente utilizzate dall’Alighieri durante la stesura del libro più famoso al mondo dopo la Bibbia.

Paradiso-Divina-Commedia-schema del paradiso dantesco
Il Paradiso dantesco

Le parole più utilizzate sono Occhi scritta 232 volte, Cielo scritta 168 volte, Amore 149 volte, Mondo, 143 volte.

Questo messaggio, ridotto in quattro parole, Occhi, Cielo, Amore, Mondo, potrebbe rappresentare, semplicemente, l’intera visione Dantesca del mondo, tradotto nella profonda e luminosa essenza Divina e nel grande amore che Dio propaga in tutta la grandezza dell’universo.“Perché «l’amor che move il sole e l’altre stelle”, cioè Dio, fonte e origine del movimento di tutto l’universo “così come del movimento di un capello del nostro capo, aveva afferrato «il mio disio e ’l velle”, il mio desiderio e la mia volontà, e li “volgeva”, li faceva ruotare, li muoveva… in totale armonia con il resto dell’universo, proprio come i nove cieli «rota» è il cielo si muovono incessantemente per vivere l’assoluta e totale comunione con l’Essere e col Mistero: ecco, io per un istante ho avuto la grazia di partecipare di questo movimento, cioè della vita di Dio.

“A l’alta fantasia qui mancò possa; ma già volgeva il mio disio e ‘l velle, sì come rota ch’igualmente è mossa, l’amor che move il sole e l’altre stelle.”

 LA STRUTTURA DELLA DIVINA COMMEDIA.

Dante concepisce la Terra immobile al centro dell’Universo, circondata da una sfera d’aria e da una sfera di fuoco. Intorno alla Terra ruotano nove cieli. Al di là dei nove cieli si trova l’Empireo, sede di Dio e dei beati. La Terra è divisa in due emisferi: l’emisfero boreale, formato solo di terra con a nord Gerusalemme; l’emisfero australe, formato solo di acqua. L’Inferno è un’immensa voragine a forma di imbuto che si apre sotto la città di Gerusalemme e si spinge fino al centro della Terra, dove è conficcato Lucifero, trasformato da Dio in un mostro con tre facce e sei ali di pipistrello. Questa voragine è formata da nove cerchi concentrici. Nell’Inferno si trovano le anime dei peccatori. ll Purgatorio è una montagna che sorge su un’isola posta agli antipodi di Gerusalemme. La montagna del Purgatorio è formata dall’Anti purgatorio e da sette cornici. I peccatori devono attendere un certo periodo prima di raggiungere il Paradiso. Il Paradiso è formato da nove cerchi che girano intorno alla Terra. Qui le anime dei beati contemplano Dio.

 

struttura della divina commedia Inferno
L’inferno dantesco

Sono davvero molte le frasi di Dante Alighieri che nei secoli sono diventate particolarmente famose; alcune di esse, addirittura, sono ormai dei veri e propri modi di dire; quali, la celebre frase “non ragioniamo di loro, ma guarda e passa” e all’ancor più celebre e oggi più frequentemente utilizzata, sua variante, “non ti curar di loro, ma guarda e passa” senza contare la famosa “Fatti non foste a viver come bruti”.



Vi ricordiamo che con Amazon Prime potrete avere spedizioni gratuite in 24 ore lavorative su migliaia di prodotti oltre a servizi extra come Amazon Prime Video. I primi 30gg sono gratuiti. Iscriviti Gratuitamente ad Amazon Prime per 30gg.


Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle.
In promozione per 2 mesi GRATIS!
Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
Salone del libro, Napoli Complesso San Domenico Maggiore 24/27 maggio 2018