L'immagine di copertina è stata realizzata dallo staff di crono.news utilizzando l'Intelligenza Artificiale (AI) dell'App. PHOTOLEAP scaricabile sulle piattaforme Android e iOS.

Trash Content: Il Web è invaso da contenuti spazzatura

Dalle grandi possibilità del Web 3.0 alla caduta nell'Akinitoverso, con l'assenza di direzione e di pensiero.

Trash Content: Il Web è invaso da contenuti spazzatura. È facile cadere nella trappola di scrollare senza fine il proprio feed di Facebook o di guardare video divertenti su YouTube, ma queste attività ci aiutano davvero a migliorare la qualità della nostra vita o ci stanno solo facendo perdere tempo prezioso?

Trash Content. Il mondo che ci circonda è in continua evoluzione, e con esso anche le nostre abitudini, i nostri comportamenti e la nostra percezione della realtà. In questo contesto, internet e i social media sembrano essere diventati un’inesauribile fonte di intrattenimento, distrazione e, molto spesso, anche di disinformazione. Ma è davvero così? Oppure questi mezzi di comunicazione rappresentano un’occasione per ampliare le nostre conoscenze, per ampliare il nostro orizzonte e per migliorare la qualità della nostra vita?

JOIN our Facebook Group: Meditation Mindfulness Yoga Mantra

Per rispondere a queste domande, è necessario fare un passo indietro e guardare alla storia della filosofia. Sin dall’antichità, i grandi pensatori hanno riflettuto sulla natura della conoscenza e su come questa possa essere acquisita e utilizzata. La Bhagavad Gita, l’opera sacra indiana, insegna che la conoscenza è la chiave per la liberazione dalla sofferenza.  Nel Medioevo, Dante Alighieri, nella sua Divina Commedia, scriveva che gli esseri umani non sono stati creati per vivere come bestie, ma per seguire la virtù e la conoscenza. Nel Rinascimento, i grandi pensatori come Leonardo da Vinci e Galileo Galilei hanno aperto nuove prospettive sulla natura della conoscenza, mentre durante l’Illuminismo, i grandi filosofi come Voltaire e Immanuel Kant hanno posto le basi per una nuova comprensione della conoscenza e della sua importanza per la società.

www.cannabystreet.com
www.cannabystreet.com

Tuttavia, con l’avvento delle nuove tecnologie e dei social media, sembra che la conoscenza sia diventata sempre più accessibile, ma allo stesso tempo sembra che la qualità della conoscenza sia in declino. In questo contesto, è interessante rievocare Platone con il suo “mito della caverna”, in cui gli individui sono intrappolati in un antro e vedono solo ombre proiettate sulla parete, credendo che queste ombre rappresentino la verità. Allo stesso modo, ci chiediamo se la nostra dipendenza dai social media e dalla tecnologia, dagli sviluppi straordinari dell’Intelligenza Artificiale e non ultimo dal Metaverso , ci stia intrappolando in una caverna cibernetica, dove la conoscenza diventa sempre più superficiale e la verità sempre più difficile da raggiungere.

Trash Content. La domanda che ci poniamo è se la nostra dipendenza dai contenuti spazzatura e trash in tv, nei social media e sul web sia davvero una distrazione dai problemi della nostra epoca o se rappresenti invece un vero e proprio annientamento del pensiero. È facile cadere nella trappola di scrollare senza fine il proprio feed di Facebook o di guardare video divertenti su YouTube, ma queste attività ci aiutano davvero a migliorare la qualità della nostra vita o ci stanno solo facendo perdere tempo prezioso?

Lo-Fi music – Cristiano Luchini: The soundtrack of my life. Libro disponibile su Amazon. Clicca sull’immagine.

Per rispondere a queste domande, dobbiamo rieducare il nostro intelletto allo scopo di stare al passo con l’evoluzione veloce delle nuove tecnologie e dei cambiamenti vorticosi del nostro tempo. Dobbiamo imparare a utilizzare questi strumenti in modo consapevole e a scegliere con cura i contenuti che consumiamo. Dobbiamo imparare a distinguere tra la conoscenza vera e propria e la disinformazione e a essere critici nei confronti di ciò che leggiamo e vediamo online.

Third Eye Chakra with Flowers. Clicca sull’immagine.

Inoltre, dobbiamo imparare a nutrire la nostra mente con contenuti di qualità, che ci aiutino a espandere la nostra comprensione del mondo e del nostro posto in esso. Dobbiamo imparare a sfruttare al massimo le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per ampliare il nostro orizzonte e migliorare la qualità della nostra vita. In questo modo, potremo evitare di cadere nella nuova caverna cibernetica di Platone che chiameremmo “Akinitoverso” ; unendo le parole “akinitos”, (in greco antico “Immobile”), e “universo”, potremmo descrivere l’idea di “universo limitato con assenza di direzione, di movimento, di pensiero.”

Dante, Inferno e Paradiso – Diario & Schizzi. Disponibile su Amazon clicca sull’immagine.

Trash Content. Come sottolineato da George Orwell nella sua celebre opera “1984”, la limitazione della conoscenza e del pensiero può avere effetti devastanti sulla società e sull’individuo.” Secondo lo scrittore Boulaem Sansal, “la vera libertà consiste nella possibilità di scegliere, di fare scelte e di essere responsabili delle proprie azioni” e in un mondo immobile come l’Akinitoverso non esistono scelte, non esistono responsabilità e non esiste libertà. Francesco Petrarca nella sua opera “Canzoniere”, sottolinea che l’uomo è stato creato per “aspirare alla gloria eterna” e l’Akinitoverso rappresenta l’esatto opposto di questo desiderio umano, un mondo in cui non c’è alcuna possibilità di gloria, di successo o di significato. Per questo motivo, è importante che ci impegniamo a nutrire la nostra mente con contenuti di qualità e a sfruttare al massimo le opportunità offerte dalle nuove tecnologie per ampliare il nostro orizzonte e migliorare la qualità della nostra vita, evitando di cadere in una realtà immobile e priva di significato.

Ti andrebbe di offrirci uno Spritz?

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci uno Spritz?

Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news! Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche uno Spritz), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione!

LINK PER DONARE


Crono.news periodico online di informazione e formazione. Un magazine digitale indipendente, libero da ideologie e preconcetti. Un nuovo modo di comunicare e condividere l’informazione e la conoscenza.