Minolta è uno dei marchi storici della fotografia analogica e malgrado sia da tempo scomparsa dal mercato insieme ad altri nomi storici della fotografia, gli appassionati delle fotocamere analogiche conoscono bene la qualità delle ottiche e la precisione delle sue fotocamere.

Minolta 7s, analog photography: a volte ritornano, anche dallo spazio…

Minolta uno dei marchi storici della fotografia mondiale.

Minolta è uno dei marchi storici della fotografia analogica malgrado sia da tempo scomparsa dal mercato insieme ad altri nomi storici, gli appassionati delle fotocamere analogiche conoscono bene la qualità delle ottiche e la precisione delle sue fotocamere.

Minolta Hi-Matic 7s. L’innovazione tecnologica fu un punto forte di questo prestigioso marchio giapponese tanto che l’originale primo modello la Hi-Matic del 1962 fu la prima Minolta a proporre l’esposizione automatica e accompagnò il compianto astronauta John Glenn nella missione spaziale della NASA denominata Mercury 7 di quell’anno. Un piccolo aneddoto in proposito. Un giorno, un signore di nome John Glenn stava ricercando una fotocamera utile ed efficace da portare con se in missione per un volo. Si è recato, quindi, in un negozio di fotocamere locale, ha acquistato alcune fotocamere e le ha riportate agli ingegneri con cui stava lavorando e quindi ha chiesto loro di modificarle.

JOIN our Facebook Group: Meditation Mindfulness Yoga Mantra 

 Fu il mitico volo Mercury 7 che fece di John Glenn il primo americano ad orbitare per oltre nove giorni attorno alla Terra. La fotografia non era prevista nella missione originale della NASA, ma siamo tutti felici che J. Glenn abbia deciso di portare con se una macchina fotografica e scattato splendide foto, ora storiche. La fotocamera prescelta era fabbricata da Minolta. (Ansco Autoset 35mm).

Learn Maori Culture and Proverbs – Curtis&Moore Publishing. Clicca sull’immagine. (Immagini a colori).

 

Con questa fotocamera, un modello Ansco Autoset, l'astronauta John H. Glenn, Jr., ha scattato le prime fotografie a colori della Terra catturate dall'uomo.
Con questa fotocamera, un modello Ansco Autoset/Minolta, l’astronauta John H. Glenn, Jr., ha scattato le prime fotografie a colori della Terra catturate dall’uomo. ©Smithsonian Institution, National Air and Space Museum, Washington, D.C.

Minolta aveva all’epoca uno stabilimento, ora Konica, a Sakai, in Giappone.  L’astronauta John Glenn fu invitato presso quella fabbrica e  piantò una palma per commemorare l’evento. L’albero è ancora lì nel cortile dove fu piantata, ora circondato dai restanti edifici. (segui il link)

https://www.google.com/maps/place/コニカミノルタ堺サイト/@34.5651325,135.4701751,253m/data=!3m1!1e3!4m12!1m6!3m5!1s0x6000d722361d3073:0xa8323cf3835e1db3!2sKonica!8m2!3d34.494816 !4d135.542069!3m4!1s0x0:0x688049a6a2ca4162!8m2!3d34.565199!4d135.4704461

La fotocamera Minolta Hi-Matic 7 che seguì nel 1963 aveva una lente piú luminosa da f/1.8 e utilizzava una cella nell’esposimetro incorporato al solfuro di cadmio  CDS in luogo di quella classica al Selenio. Inoltre la fotocamera offriva ai fotografi la possibilità di impostare manualmente l’esposizione, un’opzione che non era disponibile nel primo modello. Le fotocamere Hi-Matic 7S e Hi-Matic 9, presentate entrambe del 1966, furono le versioni migliorate di questo fortunato progetto .

Minolta himatic 7s
Minolta hi-matic 7s
Ti piace Māori Lunar Calendar – Maramataka Art Print? Clicca sull’immagine.

La maggiore caratteristica del modello Minolta 7S era sicuramente individuabile nel sistema di esposizione denominato CLC mutuato dalla reflex SRT-101 e che usava due cellule CdS collegate in serie poste sopra la lente all’interno del perimetro del filtro e che offriva una misurazione piú precisa, soprattutto in caso di illuminazione ad alto contrasto. Inoltre le Minolta 7S disponevano di una slitta flash con contatto caldo oltre alla classica presa PC.  Altre caratteristiche furono la modalità di selezione manuale separata della velocità dell’otturatore e dell’apertura dei diaframmi e l’effettivo valore EV valutato dall’esposimetro e visibile nel mirino. Come l’originale Minolta Hi-Matic, il mirino era un telemetro con presente l’utilissimo meccanismo di correzione della parallasse inoltre,  aveva un autoscatto. Grazie a questo modello la “Hi-Matic 7S” divenne la telemetro principale della gamma Minolta. Eccellente come di consueto  l’obiettivo in dotazione, un 45mm f/1.8 Rokkor-PF formato da 6 elementi in 5 gruppi.

Minolta 7s - livrea argento
Minolta 7s -livrea argento

Questa bella, funzionale ed elegante telemetro meccanica, grazie alla possibilità offerta dalla completa esclusione dell’automatismo, quindi totalmente manuale,  oltre al senso di solidità,  é ancor oggi una delle fotocamere vintage più piacevoli e prestazionali da utilizzare nella rediviva fotografia analogica…la vera fotografia!

Le specifiche tecniche:

  • – Obiettivo con lente Minolta Rokkor-PF 1: 1,8 f = 45 mm composta da 6 elementi in 5 gruppi.
  • – Diaframma a iride con aperture da f/1,8 a f/22
  • – Otturatore centrale lamellare automatico o manuale a controllo elettromagnetico con tempi di scatto da 1/4-1/500 e posa B .
  • Esposimetro CLC a cellula CdS con ago visibile nel mirino indicante i valori EV
  • – Inquadratura mediante mirino galileiano con parallasse
  • – Messa a fuoco a telemetro con doppia immagine
  • – Slitta flash con contatto caldo e attacco esterno PC
  • – Predisposizione per il comando a distanza dell’otturatore mediante cavetto flessibile
  • – Predisposizione per filtri diametro 55mm
  • – Dimensioni: 139 × 79 × 67 mm
  • – Peso: 725.8g

    Ti andrebbe di offrirci una birra?

    Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci una birra? Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news!

    Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

    Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione!

    https://www.paypal.me/redazionecrononews




Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle. In promozione per 2 mesi GRATIS! Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Crono.news periodico online di informazione e formazione. Un magazine digitale indipendente, libero da ideologie e preconcetti. Un nuovo modo di comunicare e condividere l’informazione e la conoscenza.

Altre storie
malasanità,
Malasanità, Napoli: i medici litigavano mentre mio figlio moriva