Macron in Polynesia: Presto le Marquesas Islands Patrimony of Unesco

Il viaggio è stato anche progettato per sottolineare il sostegno del governo francese per i polinesiani e guarire le ferite sui test nucleari francesi sugli atolli dell'ex colonia.

Macron in Polynesia: Presto le Marquesas Islands Patrimony of Unesco. Il viaggio è stato anche progettato per sottolineare il sostegno del governo francese per i polinesiani e guarire le ferite sui test nucleari francesi sugli atolli dell’ex colonia.

Marquesas Islands Patrimony of Unesco. Il presidente francese Emmanuel Macron ha riaffermato la presenza della sua nazione nel Pacifico in una visita nella Polinesia francese, un viaggio volto a contrastare il crescente dominio cinese nella regione. Il viaggio è stato anche progettato per sottolineare il sostegno del governo francese per i polinesiani e guarire le ferite sui test nucleari francesi sugli atolli dell’ex colonia, mezzo pianeta lontano da Parigi. Macron ha evitato di scusarsi martedì, ma ha riconosciuto il “debito” della Francia verso i polinesiani per i test sotterranei e atmosferici, che si sono svolti dal 1966 al 1996. I manifestanti polinesiani hanno accolto con favore le sue parole, ma hanno detto che stanno aspettando di vedere se seguirà le azioni.

JOIN our Facebook Group: Meditation Mindfulness Yoga Mantra

Rifugi.

Macron ha promesso denaro per i rifugi contro i cicloni per aiutare il territorio insulare a far fronte al cambiamento climatico, e più aiuto nella lotta contro la pandemia COVID-19 in una regione dove la maggior parte delle isole non hanno un aeroporto, e raggiungere i servizi medici di emergenza può richiedere ore o addirittura giorni. I suoi ospiti lo hanno ricoperto di ghirlande all’arrivo a Tahiti, e sulle isole Marchesi, cantanti in gonne di paglia tradizionali hanno intonato la “Marsigliese” mentre Macron, nel suo abito standard e cravatta, stava sull’attenti. Prima di partire, gli è stata data una ciotola cerimoniale polinesiana chiamata umete e il presidente della regione ha detto che la ciotola avrebbe portato le promesse di Macron a casa con lui.

Acquista Tangaroa – Mantra T Shirt. Clicca sull’immagine. Nella mitologia Maori e Polinesiana, Tangaroa è il dio dell’oceano.

Toccare il cuore.

Marquesas Islands Patrimony of Unesco.  Macron ha affermato che i polinesiani “gli hanno toccato al cuore”, e che le comunità francesi nel Pacifico meridionale e nell’Oceano Indiano hanno un ruolo essenziale da svolgere nella sua strategia geopolitica. “Abbiamo una nuova pagina da scrivere insieme”, ha detto della Polinesia francese, che gode di uno speciale status autonomo dal 2004, ma è ancora sorvegliata da Parigi.  Macron ha descritto “l’incredibile fortuna” della Francia di avere terre nel Pacifico, “dove tutto viene scritto oggi”. Le ambizioni della Cina per la regione erano centrali in questo viaggio. Ha parlato di “confronto tra grandi potenze mondiali” nella regione e ha detto che la Francia conta sulle partnership stabilite negli ultimi anni con Australia, Nuova Zelanda, India e Giappone. “Guai ai piccoli che subiranno le incursioni delle potenze egemoniche”, ha detto Macron. Ha avvertito i polinesiani di “guardarsi” dai progetti infrastrutturali “esotici … avventurosi” che promettono posti di lavoro che potrebbero non materializzarsi mai.

Mappa dell’Oceania.

Cina.

La Cina è il più grande partner commerciale per i suoi vicini dell’Asia-Pacifico, che sono desiderosi di trarre profitto dal suo appetito per componenti industriali e minerale di ferro, legname, petrolio e cibo. Ma sono a disagio per l’uso che Pechino fa dell’accesso ai suoi mercati per spingere a concessioni politiche. Francia, Stati Uniti, Giappone e altri governi si preoccupano che la Cina stia cercando di guadagnare influenza nelle loro sfere strategiche. Macron ha promesso che la Francia “proteggerà” le comunità di pescatori della regione, le reti di comunicazione e altre infrastrutture, in particolare attraverso maggiori investimenti. Dopo 600 milioni di euro (708 milioni di dollari) di spesa extra per aiutare le imprese e le strutture sanitarie  nel bel mezzo della  pandemia, Macron ha promesso altri 300 milioni di euro (354 milioni di dollari) nella crisi COVID-19, e un finanziamento a lungo termine per un sistema di evacuazione medica per le isole remote.

Dipinto di abitante delle Marquesas Islands.

La Polinesia Francese.

Con una popolazione multietnica di circa 300.000 persone, la Polinesia francese è composta da cinque arcipelaghi con un totale di 118 isole. La sua epidemia di virus è stata una delle peggiori della regione, che molti danno la colpa alle persone provenienti dalla Francia continentale, compresi gli arrivi militari. Macron ha anche promesso di estendere le agevolazioni fiscali per la pesca sostenibile e ha annunciato un programma da 50 milioni di euro (59 milioni di dollari) per allestire 17 rifugi contro i cicloni. Le promesse sono state in gran parte accolte con favore. Ma l’eredità nucleare della Francia è la spina più grande nelle relazioni della Polinesia francese con Parigi. Nonostante il divieto di manifestare per motivi di virus, i membri delle associazioni nucleari si sono riuniti comunque e hanno chiesto attenzione alle loro preoccupazioni.

Acquista Tangaroa – Mantra T Shirt. Clicca sull’immagine. Nella mitologia Maori e Polinesiana, Tangaroa è il dio dell’oceano.

Storia nucleare.

Macron ha promesso di sollevare “le ombre che aleggiano” sulla storia nucleare della Francia. Ha difeso la decisione di Charles de Gaulle di rendere la Francia una potenza nucleare come “importante, visionaria, coraggiosa” e ha detto che l’arsenale nucleare del paese è più importante che mai oggi, “di fronte alle nazioni pericolose”. Ma ha riconosciuto che la scelta ha avuto delle conseguenze. “È vero che non avremmo effettuato questi test nella Creuse (regione della Francia centrale) o in Bretagna”, ha detto. “Non possiamo assolutamente dire che (i test) erano puliti”, ha ammesso Macron, dicendo che la Francia ha “un debito con la Polinesia francese”. Ha confermato che il governo si farà carico della pulizia delle terre contaminate, aprirà gli archivi governativi, creerà un mediatore permanente tra lo stato e la comunità sulla questione – e accelererà i risarcimenti alle popolazioni locali. Dieci anni dopo le prime richieste di risarcimento, le autorità locali dicono che solo 186 casi sono stati risolti su 416.

Learn Maori Culture and Proverbs – Curtis&Moore Publishing. Clicca sull’immagine. (Immagini a colori).
Ti piace Māori Lunar Calendar – Maramataka Art Print? Clicca sull’immagine.

Te Hakaiki Taha’oa.

Marquesas Islands Patrimony of Unesco. Unico uomo in giacca e cravatta al centro dello stadio di Atuona, il capoluogo di Hiva Oa, Emmanuel Macron è stato accolto da cavalieri in tenuta da combattimento e da un Mave Mai, una canzone recitata da un solista. “La nostra parte di identità francese è voluta e assunta: siamo marchesiani, polinesiani, francesi, e ne siamo fieri, signor presidente”, ha dichiarato il sindaco di Hiva Oa Joëlle Frébault. Ha poi battezzato il capo di stato con un nome marchesiano: “Te Hakaiki Taha’oa”, “Il grande leader che cammina e va lontano”. Emmanuel Macron è stato poi acclamato per aver iniziato il suo discorso salutando, con poche parole in marchesiano, ogni isola dell’arcipelago. “Il nostro tesoro è questa natura e questa cultura”, “Allora mi batterò al vostro fianco affinché possiamo classificare le isole Marchesi all’Unesco”, ha annunciato. Appoggia così l’iniziativa delle autorità locali che hanno intrapreso da diversi anni la lunga procedura per ottenere il marchio dell’Unesco. “Siate orgogliosi di essere marchesiani, di essere polinesiani, di essere francesi”, ha dichiarato con pathos Emmanuel Macron concludendo il discorso che ha tenuto in piedi su una doppia canoa tradizionale di legno.

Honi Hongi – Saluto polinesiano. Due persone si salutano avvicinando i loro nasi e inspirando allo stesso tempo. Ciò rappresenta lo scambio di HA – il respiro della vita, e di MANA – l’energia vitale e spirituale. Clicca sull’immagine.

Ti andrebbe di offrirci uno Spritz? 

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci uno Spritz?

Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news! Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione! 

LINK PER DONARE




Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle. In promozione per 2 mesi GRATIS! Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Crono.news periodico online di informazione e formazione. Un magazine digitale indipendente, libero da ideologie e preconcetti. Un nuovo modo di comunicare e condividere l’informazione e la conoscenza.

Altre storie
mercoledi europeo
Mercoledì europeo, serata magra per le italiane, Juve – Barcelona 0-0, Atletico Madrid-Roma 2-0