Home Mangiando mangiando Bontà, innovazione e tradizione dolciaria ad Aversa

Bontà, innovazione e tradizione dolciaria ad Aversa

280
Tempo di lettura: 1 minuto
Bontà, innovazione e tradizione dolciaria ad Aversa-2
Felice Pelosi.

Bontà, innovazione e tradizione dolciaria ad Aversa. All’interno dell’antico Convento di San Francesco d’Assisi, nel 1919, nasceva la storica pasticceria di famiglia.

“Solo nella tradizione è il mio amore.”(Pier Paolo Pasolini)

Tradizione dolciaria ad Aversa: Felice Pelosi, uno degli eredi della storica Pasticceria di famiglia.: “Il rispetto per la tradizione, la rigorosa lavorazione artigianale tramandata da generazione in generazione, oltre che la continua ricerca di materie prime di elevata qualità, rappresentano elementi distintivi e caratteristici della nostra lunghissima storia che parte dal lontano 1919.”

Bontà, innovazione e tradizione dolciaria ad Aversa-1

Il brand crede moltissimo nel Web: “La Rete ci dà una grande mano ed è una pubblicità meno dispendiosa e molto efficace. Anche se utilizziamo poco il sito internet ed utilizziamo tantissimo Instagram e Facebook. I social networks ci garantiscono un contatto più diretto con la nostra tanto esigente quanto variegata clientela.”

La storica pasticceria di famiglia, è custode di numerosi segreti della tradizione dolciaria ad Aversa:“I nostri clienti adorano la già notissima polacca aversana, dolce composto da crema e amarena. E’ bene però sottolineare siamo sempre impegnati nel processo di riscoperta dei dolci della tradizione, purtroppo oggi poco conosciuti. Tra questi c’è la pietra di San Girolamo, un’antica pietanza di origine monastica che oltre mezzo secolo fa, ad Aversa e dintorni, si usava preparare in casa; è a base di mandorle e cacao e siamo gelosissimi della sua ricetta. In un mondo in costante cambiamento, è bene innovare, ma noi in famiglia siamo saldamente ancorati alle tradizioni.”

Rispondi