Moggi

Moggi polemizza con il Napoli: “A Torino è stato insignificante, troppo facile nascondersi dietro l’arbitro”!

Moggi polemico con il Napoli: “Insignificante. Troppo facile nascondersi dietro l’arbitro”!

L’ex direttore sportivo di Napoli e Juve, Luciano Moggi, ha analizzato il match di Coppa Italia Juventus-Napoli e le successive polemiche scaturite dalle lamentele degli azzurri in merito alle decisioni arbitrali.

Moggi, alla luce di quanto visto allo Stadium, ha dichiarato quanto segue: “Mi sembra che la Juve sia ancora una volta l’alibi delle squadre perdenti. I bianconeri in realtà nel primo tempo non hanno giocato bene anzi, hanno lasciato l’iniziativa agli avversari, ma il Napoli è stato insignificante, piccoli passaggi, possesso palla inutile e gioco lezioso, senza invece approfittare del vantaggio offertogli da Allegri che aveva cambiato modulo e uomini. Una grande squadra, certamente si sarebbe organizzata diversamente.”

Moggi continua nella sua analisi: “Giocare al calcio è tutt’altra cosa, magari soltanto chi non capisce di calcio ha avuto l’impressione che il Napoli nella prima parte abbia giocato anche bene. La formazione di Sarri non è una squadra pronta per vincere qualcosa. Lo dimostra il fatto che la Juve pur non giocando poi così bene ha stravinto. E’ stato infatti l’undici azzurro a permettere ai bianconeri di fare il bello ed il cattivo tempo, inoltre, anche Sarri ha sbagliato togliendo Hamsik che aveva neutralizzato nel primo tempo Pjanic“.

“Poi è entrato Cuadrado e ha cambiato totalmente la partita. Il Napoli va sempre in difficoltà contro uomini veloci come il colombiano. Siamo tornati ai tempi del 2006: in Italia essere superiori a tutto ed a tutti non è ammesso. Troppo facile, quando si perde, nascondersi dietro ad eventuali errori del direttore di gara. Gli azzurri facevano bene ad ammettere i propri demeriti invece di colpevolizzare l’arbitro che, peraltro non mi sento neanche di condannare”. 

E’ indiscutibile che Moggi sia andato giù pesante nei confronti della squadra napoletana così come è altrettanto indiscutibile affermare che la sconfitta della formazione partenopea non sia da imputarsi esclusivamente all’operato di Valeri, bensì ai cronici orrori della difesa che puntualmente si fa trovare impreparata e subisce gol a grappoli. Albiol e Koulibaly non stanno attraversando un buon momento, il senegalese non si è ancora ripreso dopo la Coppa d’Africa, mentre lo spagnolo è ben lontano dalla sua forma abituale. Se Sarri non trova al più presto i giusti rimedi per migliorare il rendimento difensivo si rischia di rovinare una stagione.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
Tragedia della disperazione a Firenze, pensionato uccide moglie e figlia, poi si spara
Tragedia a Firenze: pensionato uccide moglie e figlia, poi si spara