Home Calcio I Blancos, avversari extraterrestri, ma……..

I Blancos, avversari extraterrestri, ma……..

636
i blancos avversari extraterrestri ma...

I Blancos, avversari extraterrestri, ma……..

I blancos, come vengono chiamati i giocatori del Real Madrid, prossimi avversari del Napoli in Champions League, costituiscono un ostacolo molto difficile da sormontare, quasi come fossero degli extraterrestri e naturalmente non lo si scopre oggi. Certo, affrontare i pluridecorati campioni d’Europa in carica del Real, non è cosa di tutti i giorni e per il Napoli sarà, quindi un onore ed un piacere confrontarsi con delle eccellenze del calcio mondiale come i vari Cristiano Ronaldo, James Rodriguez, Sergio Ramos e così via. Naturalmente i blancos non hanno bisogno di presentazioni, tuttavia conosciamo meglio questa formidabile squadra dal palmares stratosferico.

L’allenatore come saprete è una vecchia conoscenza del calcio italiano, Zinedine Zidane, grandissimo centrocampista franco-algerino, ex Juventus, ma molti lo ricordano, di più per la testata a Materazzi nella finale del campionato mondiale 2006, tra Italia e Francia. Zidane è diventato il tecnico dei blancos all’inizio del 2016, dopo l’esonero dell’ex allenatore del Napoli, Rafa  Benitez, e dopo neanche un anno è riuscito a vincere una Champions League e una Supercoppa Europea, entrambe all’ultimo respiro.

Nella scorsa stagione è arrivato ad un solo punto dal Barcellona campione di Spagna e quest’anno è primo, nella Liga, a sei punti dalla seconda, sempre gli eterni rivali con la maglia azulgrana. Inoltre, da vice allenatore, nel 2014 ha vinto la decima Champions al fianco di  Carletto Ancelotti.

Il Real Madrid non ha il gioco spettacolare del Barcellona e questo si sa, ma se Zidane sta entrando nell’elite degli allenatori, è dovuto al fatto che è riuscito a migliorare sensibilmente  questa squadra. Squadra molto corta e non lunga come spesso si è visto in passato. Individualità e contropiede sono le armi micidiali dei blancos di Madrid. Il fiore all’occhiello degli spagnoli è naturalmente Cristiano Ronaldo.

Quarto pallone d’oro in carriera, vinto il giorno dopo il sorteggio di Champions, l’attaccante portoghese segna più di trenta gol a stagione da sette annate a questa parte. Un vero marziano del pallone che con il Real Madrid ha più gol che presenze. Ma in verità il lusitano non sta attraversando una grande stagione. Le statistiche lo testimoniano:“solo” dodici gol in totale, di cui soltanto due in Champions League. Mai in carriera aveva fatto così male nella competizione europea. CR7 spesso si riprende nella seconda parte di stagione ed il pericolo numero uno per la difesa azzurra, resta sempre lui!

Alla luce di quanto riportato sembrerebbe che gli azzurri non abbiano alcuna chance di passare il turno, ma spesso e volentieri il calcio è strano e come dimostrano tanti episodi del passato, non sempre, in questo sport così affascinante ed imprevedibile, vince la squadra più forte!

Rispondi