Home Cultura Wanda Marasco, tra Vincenzo Gemito, cinema e letteratura d’autore

Wanda Marasco, tra Vincenzo Gemito, cinema e letteratura d’autore

1672
Tempo di lettura: 2 minuti
Wanda Marasco, tra Vincenzo Gemito, cinema e letteratura d'autore

Wanda Marasco, tra Vincenzo Gemito, cinema e letteratura. Incontro graditissimo con una delle scrittrici contemporanee più apprezzate in Italia e in Europa.

Wanda Marasco, finalista al Premio Strega nelle edizioni del 2015 e del 2017. Nel 2015 fu ammessa alla cinquina finale del famoso premio letterario, a scapito di Elena Ferrante che si presentava con il quarto volume dell’amatissima saga “L’amica geniale”, intitolato “Storia della bambina perduta”.

“Il genio dell’abbandono”.

Abbiamo avuto il piacere di conoscere, oltre che di intervistare, Wanda Marasco, scrittrice italiana di altissimo profilo, e autrice di un libro da noi molto apprezzato:”Il genio dell’abbandono”, edito da Neri Pozza; romanzo dedicato a Vincenzo Gemito, grande scultore napoletano dell’800.

La passione per Napoli e per Vincenzo Gemito.

Abbiamo chiacchierato con Wanda Marasco della nostra passione per Napoli e per Vincenzo Gemito, dei suoi progetti editoriali e cinematografici, e del suo Tour in nord Europa per il romanzo “La compagnia delle anime finte”, edito da Neri Pozza. La scrittrice si è complimentata, per il lavoro svolto verso il progetto Napoli fashion on the road , nel quale è stata recentemente coinvolta proprio la figura di Gemito, e dopo aver gustato dell’ottimo caffè davanti al bellissimo panorama di Napoli, godibile da Salita Moiariello, ci ha lasciato con una cordiale dedica.

Wanda Marasco, tra Vincenzo Gemito, cinema e letteratura d'autore
Omaggio a Vincenzo Gemito – Napoli fashion on the road

Una lingua raffinata.

Con l’apprezzatissimo romanzo “ll genio dell’abbandono”, Wanda Marasco racconta con una lingua tanto raffinata quanto corposa e materica, la vita del geniale e tormentato scultore napoletano Vincenzo Gemito.  Probabilmente entro il 2020 ci sarà una trasposizione cinematografica del romanzo, prodotto filmico che sarebbe un ulteriore meritatissimo omaggio per il grande artista partenopeo.

Siamo certi che attraverso la nostra video-intervista si possa restituire restituire il pàthos, il garbo e la cordialità del colloquio avuto con la scrittrice, alla quale auguriamo gli stessi successi dei romanzi precedenti, con il nuovo in preparazione dedicato alla figura di Ferdinando Palasciano.

 

Rispondi