Procida colors -credit ph. by @FrankChmura
Procida colors -credit ph. by @FrankChmura

Procida, l’isola che sembra un quartiere di Napoli alla deriva sul mare, capitale italiana della cultura 2022.

Una grande iniziativa ed una occasione per la crescita della prima Isola capitale della cultura.

Procida la minuscola e colorata isola adagiata nel golfo di Napoli Capitale Italiana della Cultura del 2022 con lo slogan “la cultura non isola”.

Procida capitale italiana della cultura. Una grande iniziativa ed una occasione di crescita della prima Isola nominata capitale italiana della cultura che dovrà fortemente contribuire a far sbocciare nei territori interessati dei piccoli fiori di creatività e progettualità. infatti presenta un eccellente programma che prevede ad oggi 44 progetti culturali, 330 giorni di programmazione, 240 artisti, 40 opere originali e 8 spazi rigenerati. 

Procida - ph credit @pexels-bea
Procida – ph. credit @pexels-bea

La vera sfida per questa isola incantata, sarà riuscire a raccontare i progetti e gli eventi che si susseguiranno in quest’anno, (Covid permettendo), senza confini e singolarità riservate a pochi eletti, ma bensì per tutti.  Poiché le città destinate, ricevendo questo prestigioso titolo diventano quindi, un punto focale per il miglioramento del patrimonio culturale e dello sviluppo turistico, attraverso numerosi progetti e iniziative a beneficio anche della regione.

JOIN our Facebook Group: Meditation Mindfulness Yoga Mantra

Banner

Procida segue le orme di città come Perugia, Palermo e Parma, l’ultima Capitale Italiana della Cultura. L’isola di Procida a mezzo del comitato promotore, ha presentato ai tempi della candidatura  una visione intitolata “la cultura non isola” – Questo brillante concetto è stato interpretato positivamente dalla commissione divenendo una parte fortemente significativa all’ottenimento del titolo di Capitale italiana della Cultura, questo con particolare risonanza nei nostri tempi. La visione espressa è capace di veicolare un messaggio poetico, una visione della cultura che esce dalla minuscola realtà di un’isola, propagandosi, auguralmente a tutto il paese nel prossimo futuro.

Procida - credit Ph. by @luigiricchezza
Procida – credit Ph. by @luigiricchezza

Oltre ad aggiungere nuove attrazioni artistiche, nel programma di Procida per il 2022 si legge che essa proteggerà fortemente il patrimonio naturale e culturale esistente dell’isola, con particolare attenzione al “turismo lento” una nuova forma di turismo sostenibile e responsabile che invita le persone a rallentare il ritmo per partire alla scoperta di culture e territori straordinari, oltre all’aumento previsto di visitatori durante tutto l’anno, che potrà offrire anch’esso un contributo a lungo termine allo sviluppo economico e sociale dei territori.

Procida può apparire una scelta sorprendente per un titolo così importante. Ma, quest’isola, la più piccola del Golfo di Napoli, facente parte, insieme a Ischia, Nisida e Vivara, dell’arcipelago delle isole Flegree, è eccezionalmente bella ed autentica. il territorio è vissuto da 10.000 abitanti circa, con una superficie totale di appena 4 kmq, essa e vivace, e colorata,  senza apparire priva di spazi e comodità.

Uno dei motivi principali per cui è stata scelta Procida è stata sicuramente la ricchezza dell’arte tradizionale dell’isola, con abbondanza di caratteristiche botteghe artigiane. Procida ha una sua storia unica, con ritrovamenti di manufatti dell’antica Grecia del XVI secolo a.C. presenti in tutta l’isola. Carlo III di Spagna trasformò Procida nella sua riserva di caccia personale, prima che diventasse in seguito un importante avamposto per l’industria cantieristica navale.

Procida - credit ph. @erwindoorn
Procida – credit ph. @erwindoorn

L’isola si presenta alla vista dei numerosi visitatori un’architettura straordinaria, con i suoi bellissimi edifici multicolori che catturano l’anima.

Procida ha conservato il fascino d’altri tempi che a volte mancava nei suoi vicini più famosi. Il suo colorato porto, le ripide strade tortuose e le spiagge di sabbia bianca hanno fatto da sfondo a numerose realizzazioni cinematografiche. Non c’è da stupirsi quindi che Procida sia stata protagonista oltre ispirazione di molte grandi opere d’arte e letteratura. Quali: Il romanzo di Elsa Morante del 1957″ L’isola di Arturo” che è ambientato a Procida, dove l’isola gioca un ruolo importante anche nel leggendario romanzo “Graziella” di Alphonse de Lamartine.

Sono molti motivi per visitarla, che sia la vista sul mare dall’Abbazia di San Michele Arcangelo, la drammatica prigione in cima a una scogliera,  il Palazzo d’Avalos, le tonalità pastello e l’arcobaleno di colori della marina di Corricella, le spiagge riparate di Chiaia e Chiaiolella, oppure le locali prelibatezze culinarie. Inoltre i visitatori possono fare immersioni al largo della costa alla ricerca di impressionanti siti archeologici sottomarini. È possibile inoltre osservare le balene al largo dell’isola e una delle colonie di delfini più importanti del Mediterraneo vive nelle acque che circondano Procida.

“La nostra visione di cultura, sempre meno orientata al mero intrattenimento, sempre più generatrice di partecipazione civica e creatrice di legami”

Agostino Riitano

 

Ti andrebbe di offrirci una birra?

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci una birra? Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news!

Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione!

https://www.paypal.me/redazionecrononews




Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle. In promozione per 2 mesi GRATIS! Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Crono.news periodico online di informazione e formazione. Un magazine digitale indipendente, libero da ideologie e preconcetti. Un nuovo modo di comunicare e condividere l’informazione e la conoscenza.