Storia cannolo siciliano: dolce dalle antichissime tradizioni

Si racconta che questa tipica prelibatezza della terra sicula sia nato nella città di Caltanissetta, nome derivante dall'arabo Kalt et Nissa.

Storia cannolo siciliano: dolce dalle antichissime tradizioni. Si racconta che questa tipica prelibatezza della terra sicula sia nato nella città di Caltanissetta, nome derivante dall’arabo Kalt et Nissa che si traduce letteralmente in “Castello delle Donne” (Sede di Harem Saraceni).

Storia cannolo siciliano. Il cannolo siciliano, dolce dalle antiche tradizioni, sia sacre che profane rappresenta una prelibatezza di cui tutti vanno matti. Ma vediamo le sue origini tra storia e leggenda: si racconta che il cannolo siciliano sia nato nella città di Caltanissetta, nome derivante da un termine arabo, ossia Kalt et Nissa che sta a significare il “Castello delle donne”, probabilmente perché era la sede di molti harem degli emiri saraceni. Secondo una leggenda le concubine del sultano, durante la sua assenza, per passare il tempo si dedicavano alla preparazione di cibi particolari ma soprattutto amavano preparare dei  dolci per ingolosire il sovrano. Appunto tali concubine, sembra che siano state le inventrici del cannolo siciliano. Queste ultime realizzarono questo nuovo pasticcino cambiando un antico dolce arabo a forma di banana ripieno di ingredienti a base di latte, mandorle e miele, realizzato volutamente con quella forma, alludendo alle doti virili del sultano.

JOIN our Facebook Group: Meditation Mindfulness Yoga Mantra 

Vincenzo Marinelli – “The Dance of the Bee in the Harem” (1862).

Storia cannolo sicilianoAttualmente il cannolo siciliano è fatto in diverse versioni rivisitate anche da grandi chef, ma in Sicilia lo si prepara ancora seguendo  i dettami della ricetta originale, senza sconvolgere troppo la tradizione, il che non vuol dire che lì i cannoli siano tutti uguali, anzi: secondo la zona in cui ci troviamo ci possono essere delle  piccole variant, che per i siciliani, però,  sono abissali differenze. Tuttavia il cannolo è principalmente celebre per la  grande qualità ricotta, elemento base del dolce. Le due stremità sono spesso guarnite con ciliegie o meglio, cirase candite, termine puramente siciliano. Malgrado le tante varianti, in Sicilia, ovunque ci si trovi si può gustare un cannolo così squisito da restarne entusiasti. In realtà il cannolo siciliano è molto apprezzato anche a Napoli che si fa arrivare questo dolce proprio dalla Sicilia.

Il Black Book Note™. Una guida illustrata e ragionata alla magia naturale e al lavoro occulto. Oltre 120 pagine libere da riempire con desideri, pensieri, incantesimi, idee, intuizioni e per trovare un percorso per abbracciare il proprio potere personale. Clicca sull’immagine.
Cannoli siciliani.

Nell’ ‘800 ai cannoli si dedicavano “deliziosi”  componimenti in versi:

“Beddi cannola di Carnalivari

Megghiu vuccuni a lu munnu un ci nné

Su biniditti spisi li dinari,

Ogni cannolu è scettru di ogni Ré.

Cui nun ni mancia, si fazza ammazzari,

Cui li disprezza è un gran curnutu affè.”

“Quanto sono buoni i cannoli di Carnevale,/ non c’è dolce più buono al mondo./Sono benedetti i denari spesi,/ ogni cannolo è lo scettro di un re./ Si faccia ammazzare chi non ne mangia,/ chi li disprezza è un gran cornuto. “

(Giuseppe Pitrè)


Ti andrebbe di offrirci una birra?

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci una birra? Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news!

Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione!

https://www.paypal.me/redazionecrononews




Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle.
In promozione per 2 mesi GRATIS!
Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Crono.news periodico online di informazione e formazione. Un magazine digitale indipendente, libero da ideologie e preconcetti. Un nuovo modo di comunicare e condividere l’informazione e la conoscenza.

Altre storie
gerardo-bruno-le-forche-caudine-1
Intervista a Gerardo Bruno, autore del libro “Il sogno del guerriero: Le forche caudine”