Illustrazione di Thomas De Foundamiere - www.behance.net/thomasdefondaumiere.

L’uovo di Virgilio: la grande leggenda a Castel dell’Ovo, Napoli

L’uovo di Virgilio: la grande leggenda a Castel dell’Ovo, Napoli. L’uovo cosmico è un simbolo importante nei miti della creazione.

Uovo di Virgilio: Castel dell’ Ovo è un castello che sorge sulla piccola isola di Megaride a Napoli. Il pittoresco castello è intriso di miti e leggende con storie di sirene e di grandi poeti romani come Virgilio che ne punteggiano la storia. Ha anche origini molto lontane che risalgono a questo primo periodo. Con un patrimonio così ricco di storia, una posizione così splendida e un aspetto così immediatamente suggestivo, il Castel dell’Ovo è il luogo ideale per trascorrere un pomeriggio a Napoli, vagando per i suoi terreni, ascoltando le sue storie e ammirando le sue architetture e i panorami che i suoi bastioni offrono. Castel dell’Ovo, cortile Tutto quello che dovete fare è trovare una casa vacanza a Napoli e fargli una visita di persona. Secondo una leggenda, il nome del castello (che letteralmente significa “Castello dell’Uovo“) deriva da un uovo che fu nascosto nelle segrete da Virgilio. L”uovo cosmico è un simbolo importante nei miti della creazione, presente in tutte le parti del mondo. Gli antichi egizi vedevano l’uovo cosmico come l’anima delle acque primordiali da cui nasceva la creazione. In una storia il dio del sole emerse dal tumulo primordiale, a sua volta una versione dell’uovo cosmico che riposa nel mare.

Importanti sezioni dell’Castello dell’Uovo si svolgono nella zona intorno a Napoli. Non è un problema, oggi, salire a piedi fino all’altezza di Posillipo, dove Virgilio si pensa risiedesse. Già allora si chiamava Posillipo, così chiamata dai greci secoli prima – Pavsillipon, il “luogo dove finisce l’infelicità”. Da lì si può guardare verso ovest attraverso la Baia di Pozzuoli, come deve aver fatto Virgilio mentre si sforzava di mettere in poesia la mitologia e le vicende che erano antiche anche per lui. Si vede un punto di terra che chiude la baia all’altro capo. È qui che il compagno di Enea, Miseno, maestro del corno marino – la conchiglia – fece “risuonare le onde” con la sua musica e sfidò il dio del mare Tritone a una battaglia musicale. Per i suoi guai, fu gettato in mare e ucciso dal “geloso Tritone”.

Castel dell’Ovo, Napoli.

Così, un uovo rotto è sinonimo di morte spirituale. Si narra che Virgilio abbia preso il primo uovo deposto da una gallina, l’abbia messo in un’anfora di vetro e l’abbia messo in una gabbia di metallo finemente lavorata, sospesa a una trave, appoggiata alle pareti di una piccola camera segreta costruita appositamente all’interno del castello. Finché l’uovo rimase intatto, la città era al sicuro. Castel dell’Ovo, esterno Questa bizzarra leggenda si è talmente radicata nella mentalità popolare che almeno una volta, nel Medioevo, un monarca napoletano doveva uscire e assicurare alla gente che l’uovo non si fosse rotto e che Napoli era, di fatto, al sicuro. Virgilio, quindi, si aggiunse alla lista dei guardiani della città, tra cui la sirena originaria, Partenope e il protettore cristiano, San Gennaro. Tuttavia, se un uovo fosse stato posto nel castello, non avrebbe potuto essere nella sua incarnazione originaria, poiché si narra che ai tempi della regina Giovanna I di Napoli, una devastante tempesta distrusse gran parte del Castel dell’Ovo, distruggendo persino l’arco naturale che univa le due parti dell’isola. Giovanna dovette allora assicurare alla gente che tutto ciò era accaduto perché l’uovo si era rotto, ma che aveva vissuto personalmente lo stesso rituale magico di Virgilio, mettendo un secondo uovo protettivo nello stesso punto.

Nel corso della storia, ci sono altre testimonianze di casi di monarchi che promettevano un uovo sotto il castello, ma oggi le sale di Castel dell’Ovo sono solo la sede di mostre d’arte temporanee e di eventi come Vitigno Italia, una fiera e una mostra sul vino. Uovo di Virgilio a parte, si tratta di un posto che vale la pena visitare in Campania.


Ti andrebbe di offrirci una birra?

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci una birra? Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news!

Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione!

https://www.paypal.me/redazionecrononews



Vi ricordiamo che con Amazon Prime potrete avere spedizioni gratuite in 24 ore lavorative su migliaia di prodotti oltre a servizi extra come Amazon Prime Video. I primi 30gg sono gratuiti. Iscriviti Gratuitamente ad Amazon Prime per 30gg.


Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle.
In promozione per 2 mesi GRATIS!
Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
La buonissima Genovese napoletana tra storia e leggenda