Pane cibo divino, grande simbolo di civiltà e spiritualità

Pane cibo divino, grande simbolo di civiltà e spiritualità. Non si butta mai via, nè si getta per terra.

Pane cibo divino: Ci sono ingredienti che spesso consideriamo “semplici”, perchè alla base della nostra alimentazione, costantemente presenti sulle nostre tavole e quindi molto spesso non oggetto della giusta attenzione. Uno in particolare è un importante simbolo della nostra religione Cristiana: Il pane, così importante da rappresentare il corpo di Cristo e da essere presente nella preghiera al Padre Nostro: “Dacci oggi il nostro pane quotidiano…”, da intendere come possibilità di produrre, un inno a lavorare la terra per giungere dal grano al tanto agognato prodotto finito.

Il pane nella religione Cristiana

  1. Ospitalità, condivisione;
  2. Amore di Dio;
  3. Parola di Dio;
  4. Amicizia se il pane è mangiato con un amico;
  5. Pienezza della benedizione di Dio se il pane è presente sulla tavola;
  6. Il corpo di Cristo che si è sacrificato sulla croce per la salvezza di noi tutti.

La produzione del pane segue un percorso lungo e scandito da svariate fasi. Un periodo di lavorazioni che dura approssimativamente 9 mesi, paragonabile dunque temporalmente alla creazione della vita umana. Prima la lavorazione della terra, poi l’accurata semina, la lenta crescita del grano fino alla sua attesissima maturazione; seguono la mietitura, la trebbiatura, la conservazione, la produzione della farina e poi, infine, si giunge al pane. Da questa introduzione possiamo percepire l’idea del perché, dalle popolazioni egizie, mesopotamiche, sino a giungere agli etruschi, ai greci e ai romani, il pane incarni un profondo simbolo di civiltà e spiritualità.

Il pane nella religione Ebraica

Il pane azzimo (cioè non lievitato) significa:

  1.  Un ricordo della fuga dall’Egitto quando gli Ebrei non ebbero il tempo per lasciare lievitare il pane durante il durissimo viaggio verso Israele.
  2. Un richiamo all’umiltà davanti a Dio, poichè il lievito fa gonfiare la pasta come l’orgoglio gonfia il cuore dell’uomo.

Il pane nella religione Islamica

Secondo la dottrina islamica, il pane, opera delle mani dell’uomo, è in realtà un dono di Allah. Per il testo sacro della religione musulmana, il seme, le spighe, il pane, sono elementi preziosi.

  1. Dono di Allah;
  2. Rispetto verso Allah;
  3. Ringraziamento verso Allah.

L’Islam chiede a chi si sottomette alla parola di Allah, una cura del tutto particolare nei confronti del pane. Ad esempio, il pane non si butta mai via, nè si getta via. Al contrario, bisogna raccoglierlo per deporlo in un luogo dove nessuno possa calpestarlo.

Dunque che sia pane prodotto da noi o quello del panettiere locale, occorre averne un grande rispetto, mettendolo in risalto in tavola, come merita.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
Giugno Giovani 2018, ritorna nella nostra città la manifestazione organizzata dall'Assessorato alla gioventù-1
Giugno Giovani 2018, ritorna nella nostra città la manifestazione organizzata dall’Assessorato alla gioventù