Home Cronaca locale Stati Generali della Cultura a Napoli: Franceschini elogia la Campania

Stati Generali della Cultura a Napoli: Franceschini elogia la Campania

166

Stati Generali della Cultura a Napoli: Franceschini elogia la Campania: “Regione unica al mondo per cultura”.

Stati Generali della Cultura: A quanto pare Napoli supera di gran lunga Milano, relativamente all’offerta culturale. E’ quanto si evince dagli Stati Generali della Cultura a Palazzo Reale, a Napoli. Infatti il Ministro dei Beni Culturali Dario Franceschini ha esordito tessendo le lodi della Campania, regione unica al mondo in quanto a potenza culturale. Ma ecco nei particolari le parole del’esponente politico italiano:

“Non esiste regione al mondo che abbia la stessa potenza culturale della Campania, per cui cari campani investite sui voi stessi, io come ministro sarò in mezzo a voi e con voi. Si può fare bene e lo dimostra il caso Pompei, oggi modello per il mondo e per la spesa dei fondi Ue”.

L’evento è stato caldeggiato fortemente dal governatore della regione Vincenzo De Luca, visti i bilanci bilanci più che positivi riscontrati negli ultimi anni riguardo ai flussi culturali. Negli splendidi scenari di Palazzo Reale, il governatore si è rivolto ai presenti citando Francesco De Sanctis che ha influenzato non poco la cultura meridionale non seconda a nessuno. “Qui al Sud abbiamo un passato illustre da onorare. La Regione Campania ha ereditato un grande patrimonio che deve essere valorizzato, di più rispetto a quanto fatto finora”, ha continuato De Luca.

Tavolo tematico “Cultura, identità e formazione”, Stati Generali della Cultura.

Quest’ultimo nella sua arringa  ha paragonato più volte Napoli a Milano evidenziando come il capoluogo partenopeo superi quello lombardo per numero di proposte ed eventi culturali di respinto internazionale. Oltre che per la gratuità del trasporto pubblico agli studenti. In conclusione il governatore della Campania ha dichiarato che è giunto  il momento di digitalizzare il grande patrimonio delle arti, della musica e del teatro. Per questo motivo  sono stati messi a disposizione  28 milioni di euro per avere un archivio digitale completo con la messa in rete di tutti i musei dei luoghi di produzione culturale, avvalorando il fatto che la Campania, regione unica al mondo per cultura deve essere da esempio per l’Italia.

Interessante anche la scelta di creare dei tavoli tematici:

Cultura e spettacolo dal vivo;

Cultura e nuovi strumenti di supporto alle imprese culturali e creative;

Cultura, cinema, audiovisivo e sviluppo economico territoriale;

Cultura e amministrazione pubblica;

Cultura, nuove tecnologie e comunicazione;

Cultura, identità e formazione. Tale tavolo tematico è stato moderato da Lucio D’Alessandro, Elda Morlicchio e Fulvio Tessitore ed ha visto la partecipazione di relatori illustri tra i quali: Francesca Amirante, Marina Colonna, Patrizia Ranzo, Domenico Ciruzzi, Marino Niola, Antonio Loffredo, Giuseppe Gaeta e Maria Grazia Leonetti. Interessanti anche gli interventi dei partecipanti al tavolo tematico, tra cui quello di Gerarda Forlenza, Assessore alla Cultura del Comune di Contursi Terme e di Cristiano Luchini, Direttore Artistico di Napoli fashion on the road, progetto di marketing territoriale creato nel Febbraio del 2016, da Curtis&Moore Italia. Iniziativa che, proseguendo nel tour universitario partito nell’Ottobre del 2018, sarà ospitata il 25 Ottobre all’Università degli Studi di Macerata, ed il 5 Novembre all’Università degli Studi del Sannio.

Tavolo tematico “Cultura, identità e formazione”, Stati Generali della Cultura.

Napoli fashion on the road al Master in Comunicazione multimediale dell’Enogastronomia

 

Rispondi