Home Cultura Librerie in provincia di Napoli: oramai è cosa assai rara

Librerie in provincia di Napoli: oramai è cosa assai rara

1057
Tempo di lettura: 2 minuti
Librerie in provincia di Napoli cosa assai rara anche a Marano di Napoli-1
Anita Caiazzo - Libreria Universo

Librerie in provincia di Napoli: è cosa assai rara, la presenza di attività come queste che forniscono alla popolazione anche un servizio sociale, contribuendo alla crescita culturale dei cittadini

Librerie in provincia di Napoli: Anita Caiazzo è impegnata nella gestione della Libreria Universo, che esiste nella città di Marano di Napoli dal lontano 1979. Attività che considereremmo una rarità, in una città che conta oltre 60 mila abitanti, senza considerare le cittadine vicine nell’immediata provincia, Villaricca, Mugnano di Napoli, Calvizzano.

“Mio padre fondò questa libreria nel lontano 1979, epoca in cui mancava totalmente questo tipo di attività. Fornimmo così un servizio a tante persone appassionate di lettura, che smisero di recarsi in città, a Napoli, per acquistare libri. Basti considerare che in questo territorio, al tempo, la nostra era una delle poche librerie in provincia, se non l’unica.Considerando che insistiamo in un territorio densamente popolato caratterizzato dalla massiccia agglomerazione urbana costituita da Villaricca, Calvizzano, Mugnano di Napoli e Marano di Napoli, devo dire che i fruitori di libri sono molto di meno di quanto ci si potrebbe immaginare. Le persone leggono poco,e poi ci si mettono colossi come Amazon, che è impossibile fronteggiare.”

In merito allo strapotere delle grandi realtà della Rete, Anita ha le idee molto chiare: “I nostri amministratori politici dovrebbero aiutare e supportare grandi e piccoli commercianti, soprattutto quelli storici, perché siamo noi la vera ricchezza dell’Italia. Amazon ed altri colossi non si fronteggiano, non li puoi attaccare però penso che la nostra forza sia nella relazione diretta ed intima con in clienti. Risolviamo ogni loro problema, de visu, senza passare per l’asettico mondo virtuale.”

Concludiamo la nostra piacevole chiacchierata con Anita Caiazzo, all’insegna dell’invito alla lettura ed a uno sguardo al futuro in chiave ottimistica: “Leggere non serve solo ad accrescere cultura, proprietà linguistica e di scrittura, ma ci conduce in altri mondi, altre vite, accrescendo così la propria capacità di stare al mondo. Contiamo di incoraggiare sempre di più i nostri clienti alla lettura, soprattutto al supporto cartaceo. E dico sempre loro: Prendete i libri e annusateli perché con il passare del tempo, vi ricorderete degli odori.”

Rispondi