DJI Spark il nuovo mini drone in arrivo in Italia

DJI Spark il nuovo mini drone in arrivo anche in Italia

DJI Spark, è un nuovo piccolissimo drone che può, in virtù delle piccole dimensioni, poco meno di uno smartphone,  e del ridotto peso circa 300 grammi, quanto un doppio hamburger, che può essere utilizzato ovunque e senza particolari permessi. Piccolo ma estremamente potente e versatile DJI SPARK, presenta un buona parte delle innovazioni sviluppate per la guida e la ripresa video e fotografica attive sui droni più avanzati prodotti da DJI.

Spark è in grado di effettuare riprese video in Full HD 1920×1080 con una camera in dotazione da ben 12 megapixel, montata su uno stabilizzatore meccanico (Gimbal) a due assi e un’autonomia massima di volo di oltre di 16 minuti. Il piccolo drone è agilmente e totalmente controllato con lo smartphone e con l’apposita app creata allo scopo. E’ disponibile comunque, in opzione, anche un telecomando radio che ne aumenta la portata a ben 2 Km.

DJI SPARK può arrivare a una velocità massima di 50 km/h impostato nella modalità Sport, che automaticamente blocca lo stabilizzatore puntando la videocamera frontalmente per essere utilizzata in FPV, con uno stream video da 720p verso il telecomando.

FPV è l’acronimo di First Person View.  Il flusso video trasmesso in tempo reale permette al pilota di guidare a distanza il drone. Volare attraverso la modalità FPV consente di controllare in maniera precisa il nostro drone grazie alla prospettiva in prima persona; questo è utile soprattutto se l’ambiente è pieno di ostacoli che potrebbero bloccare la vista al pilota. Quindi il drone attraverso questa modalità di guida è in grado di volare a quote più elevate ed a maggiore distanza.

DJI SPARK puo decollare direttamente dal palmo della mano, entrando automaticamente in modalità Gesture. Con il sistema Palm Control può riconoscere ed essere pilotato con i movimenti della mano. E’ possibile, infatti, indicare al mini drone di spostarsi in ogni direzione o semplicemente di atterrare sulla propria mano.

dji spark

Il piccolo drone permette diverse funzionalità di controllo immediate con reazione automatica, denominate Quick Shot:

Rocket, permette di inviare lo Spark dritto nel cielo con la camera puntata verso il basso. Dronie, vola allontanandosi gradualmente dal soggetto interessato. Circle, ruota intorno al soggetto scelto nella ripresa Helix, permette  spark di girare a spirale intorno all’eventuale soggetto mentre vola in avanti.

Altre funzioni molto interessanti sono: Pano e ShallowFocus che che consentono alla videocamera di bordo di realizzare in automatico, panorami verticali o orizzontali e di produrre scatti con sfondo sfuocato con bokeh simulato, che mette a fuoco il solo soggetto nell’ inquadratura. Sono disponibili diversi colori per la “carrozzeria” del nuovo mini drone di DJI: Alpine White, Sky Blue, Meadow Green, Lava Red e Sunrise Yellow.

dji sparkDJI SPARK, pesando meno di 300gr e con rigorosamente il para elica montato, è considerato per la legge italiana un drone inoffensivo e lo si può usare anche per lavoro senza patentino, l’assicurazione costa meno e tutte le operazioni sono considerate non critiche in qualsiasivoglia scenario. L’unico limite previsto è di non poterlo utilizzare nel sorvolo di folle o assembramenti di persone, per il resto è liberamente utilizzabile, sempre con la giusta attenzione, ovunque.

Il prezzo previsto da DJI per la versione base in Europa sarà di Euro 599, il kit comprenderà il cofanetto che contiene Spark, 3 paia di eliche, una batteria ed il cavo per la ricarica. Mentre nella versione Premium offerta a Euro 799, sarà prevista una batteria in più, una borsa a tracolla, para eliche, controller radio.

Da metà giugno sarà possibile il pre-ordine, ma non è ancora certa la data di rilascio per l’Italia.

#seizethemoment lo slogan  di DJI  per Spark

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Altre storie
brexit
Brexit: in 82 pagine il piano segreto scoperto dal Guardian per allontanare gli europei dal Regno Unito