Home Food Morzelletti cilentani, biscotti dolci, ottimi da degustare a tutte le ore

Morzelletti cilentani, biscotti dolci, ottimi da degustare a tutte le ore

183
Tempo di lettura: 2 minuti
Morzelletti cilentani, biscotti dolci, ottimi da degustare a tutte le ore-1
Morzelletti cilentani.

Morzelletti cilentani, biscotti dolci, ottimi da degustare a tutte le ore. Una volta rappresentavano il dolce per eccellenza per i matrimoni, oggi, invece, questi tipici biscotti alle mandorle sono una goduria del palato a cui nessuno sa resistere. 

I morzelletti cilentani, ovvero quei classici  biscotti alle mandorle detti in dialetto “viscuotti ccu ‘i mènule” sono tipici del Cilento e precisamente della cittadina di Castellabate in provincia di Salerno.  Una volta venivano preparati per le occasioni più importanti, come per esempio i banchetti per i matrimoni, oggi invece sono diventati i biscotti da prima colazione, ottimi da degustare, tuttavia, a qualsiasi ora della giornata per regalare momenti di gioia al nostro palato. In verità i morzelletti cilentani, a causa della forma con cui sono fatti e per gli ingredienti adottati, ci portano alla mente  i classici Cantucci toscani oppure  i Quaresimali napoletani.

L’origine del termine morzelletti ha due possibili derivazioni: la prima si potrebbe rifare alla parola francese morceau cioè boccone, mentre la seconda si dovrebbe rifare alla definizione “morzare”, cioè tagliare il biscotto dal filone intero già cotto. Questi saporitissimi biscotti del Cilento sono realizzati in modo molto semplice: occorre soltanto farina, zucchero, strutto o burro nelle versioni moderne, uova, latte, mandorle, ammoniaca per dolci ed un pizzico di sale. Oltre a quelli con le mandorle i morzelletti cilentani si possono preparare anche al gusto di miele, in tal caso basta sostituire le mandorle con il miele, cosicché da regalare ai biscotti un sapore molto più delicato.

Vediamo gli ingredienti per la preparazione di un chilo di questi biscotti:

1 kg di farina 00
500 g di zucchero
6 uova
200 g di burro a temperatura ambiente
Un pizzico di sale
Buccia di un limone grattugiato
2 cucchiai di liquore Strega (se si preferisce)
35 g di ammoniaca
2 cucchiai di latte tiepido (per sciogliere l’ammoniaca)
200 g di mandorle, oppure gocce di cioccolato o canditi a pezzettini.

Per quanto riguarda la procedura si inizia con il disporre la farina a fontana su di una spianatoia. Aggiungere, poi, lo zucchero, le uova, l’ammoniaca per dolci sciolta nel latte tiepido, un pochino di sale, la buccia di limone, il burro tagliato a pezzettini a temperatura ambiente ed impastare rapidamente. Infine occorre aggiungere ovviamente l’ingrediente per antonomasia ovvero le mandorle. Dopodiché preriscaldare il forno a 180°C e fare dei lunghi filoncini cilindrici da spennellare con acqua o latte, quindi  infornarli in una teglia su carta forno per circa 15 minuti, ad una temperatura media.

Dopo averli levati dal forno, tagliare i filoncini ancora caldi in diagonale. Disporli di nuovo sulla teglia, con lato tagliato verso l’alto, con carta forno ed infornare ancora a 120°C per 10 minuti circa. Trascorso il tempo non ci resta che assaggiare i morzelletti, dopo averli fatti raffreddare un po’.

Rispondi