Home Attualità La zeppola di San Giuseppe sulle tavole degli italiani tra storia e...

La zeppola di San Giuseppe sulle tavole degli italiani tra storia e leggenda

968
Tempo di lettura: 2 minuti
zeppole-di-san-giuseppe

 La zeppola di San Giuseppe sulle tavole degli italiani tra storia e leggenda 

La zeppola di San Giuseppe rappresenta il dolce per eccellenza della ricorrenza della festa del papà che cade appunto il 19 marzo nel giorno in cui si ricorda San Giuseppe. Sicuramente appare curioso che in piena Quaresima la tradizione voglia festeggiare una ricorrenza religiosa con un dolce fritto e pieno di calorie. Tuttavia a chiarire il controsenso ci vengono incontro la storia e la leggenda.

La zeppola di San Giuseppe ha un’origine antichissima, risalente addirittura all’epoca romana, legata fortemente alla tradizione della Liberalia, una sorta di celebrazioni che avvenivano nell’antica Roma in onore delle divinità di Bacco e Sileno, proprio alcuni giorni prima dell’avvento della primavera. Nel corso di tali celebrazioni si usava intrattene gli ospiti con fiumi di vino e per accompagnare quel dolce sapore derivante dall’uva si preparavano delle frittelle di frumento fritte.

Ma esiste anche una leggenda che dà origine alla tradizione della zeppola di S. Giuseppe. Secondo questa leggenda, fu proprio il padre putativo di Gesù a tramandare ai posteri la famosa zeppola. Infatti essa racconta che San Giuseppe, fuggito in Egitto assieme a Maria ed a Gesù, ancora bambino, fu costretto a vendere delle frittelle per poter mantenere la propria famiglia, in una terra straniera. Pertanto in Italia, in onore proprio del Santo, dimostratosi un onesto padre di famiglia disposto a tutto pur di adempiere ai propri doveri di capofamiglia, la  zeppola divenne il dolce per antonomasia della ricorrenza della festa del papà.

La zeppola di San Giuseppe, in realtà, è il dolce tipico del mese di marzo della città di Napoli per le cui strade, un tempo, i cosiddetti friggitori si esibivano nell’arte del friggere questa ciambella per deliziare il palato dei cittadini, durante la festività di San Giuseppe. La vera zeppola nasce fritta in abbondante olio, ma si può trovare anche al forno, con un sapore nettamente più leggero e delicato. Le zeppole sono una vera goduria per gli amanti delle prelibatezze e, difficilmente, in questa settimana che porta alla fatidica data del 19 marzo, mancheranno sulle tavole degli italiani ed in particolare dei napoletani che amano in tutto e per tutto la tradizione.

Rispondi