Illustrazione di Alma Miķelsone - https://www.behance.net/a_mi/

George Harrison e Ganesha: la zanna del Dio Elefante

Oltre le divisioni del dualismo umano

George Harrison e Ganesha, la ricerca del nuovo inizio oltre le divisioni del dualismo che spesso ci sottrae alla verità.

George Harrison e Ganesha , secondo la nostra fantasia, si conobbero in un foresta, all’ombra di un maestoso banano. George era smarrito, desolato, quasi che tutta la musica che aveva concepito e composto non avesse più senso per lui. Nel cuore della foresta George trovò Ganesha, il Dio Elefante dell’infinità pietà, seduto sotto le fronde del banano, e Ganesha lo accolse, lo ascoltò e parlò alla sua anima desolata: “L’amore muove ogni cosa, supera ogni ostacolo, vive in ogni più piccola particella del nostro universo”. Così fu, almeno come ce lo racconta Cristiano Luchini in una sua delicatissima novella, di prossima uscita su Amazon Kindle Store (link di riferimento), che sarà illustrata dall’abilissima artista lettone Alma Miķelsone (in copertina solo una bozza gentilmente concessa dall’artista) .

Il mondo indiano.

George Harrison ex Beatles, si avvicinò da solista al mondo indiano nel 1971. Aveva preceduto questa esperienza il celebre soggiorno in India dei Beatles del 1968, durante il quale i quattro di Liverpool seguirono un corso di Meditazione Trascendentale presso l’Ashram di Maharishi Mahesh Yogi. Nel ’71 Harrison, su invito del musicista Ravi Shankar, si impegnò ad organizzare un evento di beneficenza. Fu il celeberrimo concerto per il Bangladesh, che servì a sostentare e assistere i profughi della guerra allora in atto tra India e Pakistan. Venuto a conoscenza delle gravi condizioni in cui versavano i profughi, Harrison si impegnò anima e corpo nell’impresa, coinvolgendo un gran numero di rock star, tra le quali il Beatles Ringo Starr e Bob Dylan.

Illustrazione di Chloè Medha – www.behance.net/chloemedha.

Wychazel – TAO A Path of Peace – Raindrops on Leaves

Un nuovo inizio.

Un nuovo inizio per George, che aveva già imboccato la strada del cambiamento col profetico “All things must pass”, “Tutto deve passare” l’album del 1970 la cui uscita coincise con lo scioglimento del quartetto dei Beatles. È ci piace pensare che proprio in questi giorni fatali, Harrison incontri Ganesha, quando vaga nella selva in cerca di un nuovo inizio. Ganesha è il Dio Elefante con una zanna sola. L’altra l’ha perduta o forse non l’ha mai avuta. Non esistono cose a metà, divise tra bene e male, tra luce e tenebra. Esiste soltanto la vita, rinvigorita e sottratta tramite le sue imperscrutabili energie. Per questo Ganesha ha una zanna sola: l’altra non serve, è solo un’appendice umana, il residuo di quel dualismo che ci inquina e ci sottrae alla verità. George si inoltra nella foresta, cerca il sacro banano, le fresche fronde sotto cui siede Ganesha e attende al suo sorriso pieno di amore e di pietà per questi uomini nati intatti, ma destinati a vivere a metà. Così la musica di Harrison cambia, si approfondisce, ricerca nuove, inesplorate sonorità, sperimentando antichi strumenti indiani e melodie ancestrali. È come volesse riportare alla coscienza degli uomini la voce degli Dei, la voce di Ganesha, così dolce e compassionevole, strada maestra all’unicità salvifica dell’universo. Questa è la nuova strada, che aiuterà l’umanità a vivere meglio, che indicherà la via alla comprensione, al perdono, alla felicità.

Illustrazione di Alma Miķelsone - https://www.behance.net/a_mi/.
Harrison e Ganesha – Illustrazione di Alma Miķelsone – https://www.behance.net/a_mi/.

Come cantava George HarrisonHere comes the sun… here come the sun, and I say it’s all right”. “Venga questo sole, penetri la nostra divisione. Dove cadranno i raggi lì sarà primavera e i fiori ricuciranno finalmente l’antica ferita”.


Ti andrebbe di offrirci una birra?

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci una birra? Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news!

Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione!

https://www.paypal.me/redazionecrononews

 



Vi ricordiamo che con Amazon Prime potrete avere spedizioni gratuite in 24 ore lavorative su migliaia di prodotti oltre a servizi extra come Amazon Prime Video. I primi 30gg sono gratuiti. Iscriviti Gratuitamente ad Amazon Prime per 30gg.


Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle.
In promozione per 2 mesi GRATIS!
Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
Lo stilista Eduardo Amorim partecipa a Napoli fashion on the road-1
Napoli capitale della moda: Lo stilista Eduardo Amorim scatta a Via Toledo