Primavera, estate, autunno, inverno e ancora primavera: film di Kim Ki Duk

Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera: film di Kim Ki Duk. Meditazione luminosa sulla saggezza del buddismo.

Il film di Kim Ki Duk, Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primaveraè certamente uno delle migliori pellicole che abbia mai affrontato la filosofia buddista. È una meditazione luminosa sulla saggezza del buddismo e sui cicli della vita umana che si svolgono nella bellezza incontaminata del mondo naturale. Le immagini del monastero che galleggia su una zattera sono perfette in quanto ci permettono di vedere le qualità transitorie e impermanenti del mondo in cui viviamo giorno per giorno. Usare le quattro stagioni come sfondo per gli insegnamenti spirituali di compassione, sofferenza, perdita, desiderio, attaccamento e trasformazione funziona perfettamente. Le increspature dello stagno, gli animali variegati dell’eremo, la nebbia che avvolge lo stagno nel mistero, i rituali devozionali quotidiani dei monaci e le numerose escursioni a riva dove si apre un cancello, ci aprono ad un meraviglioso viaggio dei sensi. Tutti coloro che vivono questo straordinario film assaporeranno le complesse emozioni che rendono la vita un così squisito Maestro spirituale.

Need to translate in English?

“Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera” è ambientato in un piccolo monastero buddista situato su una zattera che galleggia al centro di uno stagno di montagna. Un vecchio monaco (OH Young-soo) sta cercando di trasmettere la sua saggezza a un monaco bambino (Kim Jong-ho). I suoi insegnamenti sono collegati alle quattro stagioni e si accumulano nel corso degli anni.

L’allievo ha ancora dei lati ruvidi. Nella prima parte del film, il ragazzo e il maestro vanno a raccogliere erbe dalla foresta per utilizzarle nelle loro arti curative. Da solo, il ragazzo fa un gioco in cui lega delle pietre a un pesce, a una rana e a un serpente, ridendo mentre le sue vittime si allontanano lentamente con i loro nuovi fardelli. Il giorno dopo si sveglia e scopre che il vecchio monaco gli ha legato una grossa pietra sulla schiena. Gli viene detto che deve trovare e liberare gli animali e se uno di loro è morto, “porterai la pietra nel tuo cuore per il resto della tua vita”. La lezione si fa strada nella coscienza del ragazzo.

In “Estate”, il giovane monaco (SEO Jae-kyung) ha 17 anni e si interessa solo al mondo esterno. Il ragazzo viene totalmente destabilizzato emotivamente quando una donna (KIM Jung-young) arriva al monastero con la sua figlia malaticcia (HAYeo-jin). Dopo un po’ di tempo trascorso in preghiera, il vecchio monaco dice alla madre: “Quando troverà la pace nella sua anima, il suo corpo tornerà in salute”. Il desiderio del giovane monaco è suscitato dal contatto con la ragazza, e alla fine fanno sesso. Il Vecchio Monaco non castiga il suo protetto, ma lo avverte che la lussuria risveglia il bisogno di possedere, e questo può portare a guai ancora maggiori. Ma il giovane Monaco non è in grado di cogliere le parole del Maestro e dopo che la ragazza è stata mandata via guarita, la segue dopo aver preso una statua di Buddha e i suoi pochi effetti personali.

In “Autunno”, il Vecchio Monaco porta un grande gatto bianco per essere il suo compagno sulla zattera. Il giovane Monaco adulto (KIM Young-Min) ritorna al monastero come fuggiasco dalla legge consumato dalla rabbia. Per calmarlo in modo che possa attingere alla pace interiore, il Vecchio Monaco gli ordina di incidere sutra buddisti sul ponte dell’eremo. Due poliziotti arrivano per arrestare il giovane Monaco adulto, ma gli permettono di finire la sua penitenza. Quando crolla per lo sfinimento, aiutano a decorare i sutra prima di portarlo via. È una scena bellissima e rara, una metafora visiva dell’impatto degli insegnamenti sacri su una piccola comunità.

In “Inverno” sono passati molti anni e il Vecchio Monaco è morto. Il ghiaccio copre lo stagno quando il Monaco adulto maturo (Kim Ki Duk anche lui regista del film) torna a riprendere da dove aveva lasciato tanti anni fa durante la sua formazione. Per assicurarsi che la sua mente e il suo corpo siano in forma, pratica un’arte marziale sul ghiaccio. Una donna che si è coperta il viso con un panno viola arriva al monastero con un neonato. Poi, dopo aver lasciato il bambino, cade attraverso un buco nel ghiaccio e annega.

Il Monaco adulto tira fuori una statua di Kwan Yin, la Dea della Compassione, poi attacca una macina al suo corpo con una corda e la trascina sulla cima di una montagna. Con questo atto, porta nel suo cuore tutte le sofferenze che ha sopportato e quelle di coloro con cui è venuto a contatto. Da un luogo che si affaccia sullo stagno in lontananza, medita su Kwan Yin. Poi torna a riprendere il ciclo delle stagioni. In “primavera” ricomincia ad addestrare il bambino a diventare monaco, anche se è stato addestrato alla saggezza del buddismo e alle arti curative.

“Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera”, film completo su Youtube, in lingua italiana, seguendo il video sottostante.

“Maestro, c’è una pietra sulla mia schiena.

Per favore, toglila.

– Ti tormenta?

– Sì, Maestro

Non l’hai fatto anche ai pesci?

Sì, Maestro

Non l’hai fatto anche alla rana?

Sì, Maestro

Non l’hai fatto anche al serpente?

Sì, Maestro

Alzati!

Cammina!

Non posso camminare, è troppo pesante

Come pensi che il pesce,

la rana e il serpente l’abbiano sopportato?

È stato sbagliato farlo

Va e trova tutti gli animali

e liberali dalle pietre

Allora libererò anche te

Ma se qualcuno degli animali, i pesci,

la rana o il serpente è morto,

porterai la pietra nel tuo cuore

per il resto della tua vita.”

(Dal film “Primavera, estate, autunno, inverno… e ancora primavera”)

 



Vi ricordiamo che con Amazon Prime potrete avere spedizioni gratuite in 24 ore lavorative su migliaia di prodotti oltre a servizi extra come Amazon Prime Video. I primi 30gg sono gratuiti. Iscriviti Gratuitamente ad Amazon Prime per 30gg.


Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle.
In promozione per 2 mesi GRATIS!
Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
pirati dei caraibi
Pirati dei Caraibi, La vendetta di Salazar. Bentornato Jack Sparrow!