Olfatto quantico: teoria delle vibrazioni olfattive della biologia quantistica

Olfatto quantico: teoria delle vibrazioni olfattive della biologia quantistica. Un altro viaggio nel misterioso ed affascinante mondo quantico.

Vibrazioni olfattive: In un passato abbastanza recente si pensava che il modo col quale il nostro naso ci consentisse di distinguere gli odori fosse essenzialmente basato su un principio piuttosto semplice: quando una molecola entra nel nostro naso essa interagisce con una serie di recettori, facendo si che questi si attivino o si disattivino in base alla sua forma, come nella semplice interazione tra una chiave ed una serratura, (modello chiave e serratura). Tale informazione, unita ad altri “dati” immagazzinati dagli altri sensi, ci consente di distinguere e comprendere ciò che stiamo odorando.

Need to translate in English?

“La meccanica quantistica ci costringe a vedere l’universo non come una collezione di oggetti fisici separati, bensì come una complicata rete di relazioni tra le varie parti di un tutto unificato. Questo, peraltro, è anche il tipo di esperienza che i mistici orientali hanno del mondo, e alcuni di essi hanno espresso tale esperienza con parole che sono quasi identiche a quelle usate dai fisici atomici.”

(Fritjof Capra)

C’è però un problema con il modello chiave e serratura. Prendiamo il caso di molecole diverse che contengono atomi di Zolfo ed Idrogeno; questi composti possono avere una serie di forme e dimensioni diverse. Per via della variabilità di forme e all’eterogeneità della struttura molecolare, dovremmo recepire odori diversi ma non è questo ciò che avviene nella realtà. Infatti, anche se con strutture molecolari diverse, lo Zolfo e l’Idrogeno stimolano sempre un odore simile alle uova marce. Ed è a questo punto che subentra la meccanica quantistica, per comprendere meglio come funziona il nostro olfatto, proponendo la teoria delle vibrazione olfattive. Il modello di questa teoria descrive un meccanismo diverso a quello di chiave e serratura. Prevede infatti che il riconoscimento dell’odore passi attraverso la specifica vibrazione degli atomi che compongono le molecole odorose.

Molecole che hanno la stessa forma ma che vibrano in modo diverso tra loro producono sensazioni olfattive differenti nel cervello delle api. È quanto emerge da vari studi effettuati, tra cui pure uno tutto italiano eseguito da un gruppo di ricercatori dell’Università di Trento, autori di un articolo pubblicato su “Scientific Report”.  Per testare la teoria delle vibrazioni olfattive sono state utilizzate diverse molecole, ciascuna delle quali utilizzata nella forma comune contenente atomi di idrogeno e una forma ingegnerizzata contenente deuterio, un isotopo dell’idrogeno più pesante. Ebbene, in estrema sintesi e con parole semplici, possiamo dirvi che attraverso tale esperimento è stato dimostrato che il sistema olfattivo delle api è stato in grado di distinguere chiaramente gli odori con diverse frequenze di vibrazione, pur avendo forme identiche. Dunque i nostri amici insetti pare abbiano riconosciuto la differenza tra le due molecole proposte.

Sebbene siano ancora presenti non pochi interrogativi sulla teoria delle vibrazioni olfattive e la sua veridicità, è indubbiamente interessante sottolineare come l’olfatto non sia l’unico caso di oggetto di studio di meccanica quantistica relativamente alla biologia. Ad esempio la capacità di orientamento degli uccelli ed il processo di fotosintesi clorofilliana, utilizzano fenomeni di meccanica quantistica, che a questo punto sarebbe più corretto definire biologia quantistica. Parte di quello che osserviamo e registriamo quotidianamente avviene grazie a meccanismi che si verificano a queste scale di grandezza infinitamente piccole, nel misterioso ed affascinante mondo quantico.

“(Spider) “Noi siamo in realtà la stessa nota.” (John) “Ma con un’ottava diversa.” (Spider) “Esatto. Siamo 4.928 ottave sotto la grande nota.” (Monica) “Stai cercando di dirmi che l’intero universo gira intorno ad una nota?” (Spider) “No, non gira attorno ad essa; è ciò che effettivamente è. Una sola nota.”

(Frank Zappa – “A Different Octave”)



Vi ricordiamo che con Amazon Prime potrete avere spedizioni gratuite in 24 ore lavorative su migliaia di prodotti oltre a servizi extra come Amazon Prime Video. I primi 30gg sono gratuiti. Iscriviti Gratuitamente ad Amazon Prime per 30gg.


Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle.
In promozione per 2 mesi GRATIS!
Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Effetto tunnel: la fisica quantistica rende possibile l’impossibile

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
Nuova Orchestra Scarlatti torna, stasera a Napoli, per i concerti autunnali 2017
Nuova Orchestra Scarlatti torna, stasera a Napoli