Home Accadeva oggi Nel 25esimo anniversario della scomparsa Napoli ricorda Massimo Troisi

Nel 25esimo anniversario della scomparsa Napoli ricorda Massimo Troisi

461
Nel 25esimo anniversario della scomparsa Napoli ricorda Massimo Troisi-1

Nel 25esimo anniversario della scomparsa Napoli ricorda Massimo Troisi, attore, regista e comico amato e stimato da tutti. Un grande personaggio che ha divertito e rallegrato le case degli italiani con i suoi esilaranti sketch. 

Nel giorno del 25esimo anniversario della sua immatura dipartita, non potevamo non omaggiare con un ricordo la memoria del grande Massimo Troisi, attore, regista e comico originario di San Giorgio a Cremano, in provincia di Napoli, che ha fatto la storia del cinema e della televisione italiana con una semplicità  ed una comicità  unica e sola nel suo genere. Era il 4 giugno del 1994; alla notizia della morte del suo idolo, su Napoli si abbatté un velo di sconforto e tristezza che addolorò tutti i suoi fan.

Nel 25esimo anniversario della scomparsa Napoli ricorda Massimo Troisi-2

Tuttora non c’è occasione che qualcuno, all’ombra del Vesuvio, non lo ricordi con una delle sue inimitabili battute o con un breve racconto di un  suo film: chi non ricorda  il postino, pensavo fosse amore invece era un calesse, il viaggio di capitan fracassa, che ora è, splendor, le vie del signore sono finite, hotel colonial, non ci resta che piangere, scusate il ritardo, no grazie il caffè mi rende nervoso, ricomincio da tre. Tutte pellicole che lo resero famoso non solo a Napoli ed in Italia, ma anche nel mondo.

Massimo Troisi nacque nella cittadina vesuviana il 19 febbraio del  1953. Si spense ad Ostia, Roma, come detto, il 4 giugno del 1994, a soli 41 anni. a causa di un fatale attacco cardiaco, dovuto a febbri reumatiche delle quali era affetto fin dall’età di 12 anni. Fu  candidato all’Oscar 1996, come miglior attore protagonista, nel suo ultimo capolavoro “Il postino”.

Massimo Troisi seppe esplorare le tradizioni napoletane seguendo le impronte artistiche dell’immenso  Eduardo De Filippo e del grande Totò, ma fu capace di rimodernarle attraverso delle recitazioni assolutamente proprie. Attualmente rappresenta,  di certo,  uno degli attori più ricordati ed amati di sempre. A lui è legata la spontaneità naturale, con cui si mostrava al cospetto della macchina da presa. Nel 1996, a due anni dalla scomparsa, a San Giorgio a Cremano, è stato istituito un premio in sua memoria, il Premio Massimo Troisi, riconoscimento per il migliore comico dell’anno. Ciao Massimo,  Napoli ed i napoletani ti porteranno nel cuore in eterno.

Rispondi