La Juve chiama, il Napoli risponde. Spettacolare rimonta azzurra, al San Paolo, contro il Milan; dallo 0-2 al 3-2, tifosi partenopei in delirio

La Juve chiama, il Napoli risponde. Spettacolare rimonta azzurra, ieri sera, al San Paolo contro il Milan; dallo 0-2 al 3-2, tifosi partenopei in delirio. Continua il duello a distanza tra le due antagoniste dello scorso campionato. Bianconeri ed azzurri, dopo la seconda giornata di serie A 2018/19, comandano la classifica a punteggio pieno. La squadra di Cristiano Ronaldo, ancora all’asciutto in Italia, nel pomeriggio aveva battuto la Lazio per 2-0. Che cuore ha la formazione di Ancelotti, un altro grande ribaltone, come quello con i biancocelesti di sette giorni fa ha procurato la seconda vittoria consecutiva di questa nuova stagione. Migliore in campo il centrocampista polacco Zielinsky, vero trascinatore dell’undici azzurro, autore peraltro di una splendida doppietta. La rete vincente che ha messo k o il Milan è stata siglata da Mertens.

La Juve chiama, il Napoli risponde. Questo il verdetto dei due anticipi del sabato della seconda giornata di questo nuovo campionato, ripartito da come era terminato, vale a dire con il duello tra Juventus e Napoli, che, a quanto pare, anche quest’anno, lotteranno per il primato.  Bianconeri ed azzurri hanno entrambi vinto le loro rispettive partite casalinghe che non erano assolutamente facili. Ma la vera impresa l’ha compiuta la formazione di Carlo Ancelotti, capace di rimontare e vincere dopo uno 0-2 che avrebbe ammazzato chiunque. Invece i partenopei hanno dimostrato tanto cuore ed orgoglio, regalando ai propri tifosi un’alto successo al cardiopalma. Al gol del 3 a 2 finale di Mertens il San Paolo è diventato una bolgia, il pubblico è andato letteralmente in delirio, quasi incredulo per quello che era accaduto. Il migliore in campo in assoluto è stato il centrocampista polacco Zielinsky, vero trascinatore della squadra, peraltro autore della doppietta che ha portato il Napoli  al momentaneo pareggio. Molto bene anche lo spagnolo Callejon che ha sfiorato la rete..
La Juve chiama, il Napoli risponde. Gattuso, allievo di Ancelotti, dopo il doppio vantaggio conseguito con Bonaventura e Calabria, stava assaporando la gioia di dare un dispiacere al suo grande maestro, ma alla fine non vi è riuscito. A fine partita, in conferenza stampa il tecnico rossonero, alquanto amareggiato per il risultato, ha dichiarato:
“Dopo il 2-1 siamo completamente  scomparsi dal campo e non abbiamo capito più nulla. Avrei fatto a meno dei complimenti di Ancelotti perchè questa sconfitta brucia tanto. Eravamo in vantaggio di due reti e non  dovevamo assolutamente perdere, è assurdo. Ma il Napoli è una grande squadra, non a caso, negli ultimi tre anni ha conquistato la bellezza di 250 punti su 270. La differenza non la fa il singolo calciatore, ma la squadra. Il Napoli ha un organico che gioca un bel calcio e per giunta  a memoria”.

Crono.news periodico online di informazione e formazione. Un magazine digitale indipendente, libero da ideologie e preconcetti. Un nuovo modo di comunicare e condividere l’informazione e la conoscenza.

Altre storie
Armando Trojano: "Grandissima stagione di Cuore Napoli Basket, ragazzi formidabili!
Armando Trojano: “Grandissima stagione di Cuore Napoli Basket, ragazzi formidabili!