Tepano, Oster-Insulaners auf Tahiti. Stolpe, Hjalmar (1899).

Polynesian Mythology: Tahiti, miti, e leggende, raccontati da Martine Dorra

L’autrice Martine Dorra, per arrivare alla scrittura di Tahiti Des Dieux et Des Héros, ha condotto una approfondita ricerca genealogica.

Polynesian Mythology: Tahiti, miti, e leggende, raccontati da Martine Dorra. Video intervista in italiano, francese ed inglese.

Polynesian Mythology. Idee Meravigliose: Scoprire, Assistere, Partecipare. Questo il nome del progetto web della start-up italiana della comunicazione Curtis & Moore Italia e del web magazine Crono.news. Idee Meravigliose è basato sulla produzione periodica di un event web. Una serie votata alla divulgazione, sviluppata esclusivamente, attraverso la rete internet, di argomenti riguardanti: Spiritualità, Musica,  Scienza, Tecnologia, Cinema, Arte, Archeologia, Salute, Natura, Crescita personale, Umanità, Società, Identità, Comunità.

JOIN our Facebook Group: Meditation Mindfulness Yoga Mantra

 La fine del rapporto coloniale, almeno nella sua forma istituzionale, ha portato a una messa in discussione del ruolo dell’Occidente e dei valori su cui era costruita la sua preminenza. Questa messa in discussione è avvenuta progressivamente, a costo di lotte politiche, ideologiche e culturali, e ha dato luogo a una politicizzazione della cultura e dell’identità culturale in tutti i paesi post-coloniali. Nel contesto dell’area del Pacifico, in particolare, le richieste di indipendenza si basavano su un discorso identitario incentrato sui valori del “costume” e della “cultura” locali: la contestazione della presenza europea e la denuncia dei suoi effetti negativi diedero vita a un discorso che valorizzava l’organizzazione sociale precoloniale – almeno come viene ricostruita oggi. Il caso della Polinesia e della sua capitale, Tahiti, non fa eccezione: l’affermazione politica degli indigeni, che ha portato alcuni di loro ad assumere posizioni indipendentiste, si è basata su un doppio movimento di rivendicazioni territoriali e di affermazione culturale.

Learn Maori Culture and Proverbs – Curtis&Moore Publishing. Clicca sull’immagine. (Immagini a colori).

I giovani: identità vuota e rottura culturale?

Oggi, le giovani generazioni Polinesiane sembrano doppiamente sacrificate: Da un lato, sono le principalei vittime  di una situazione economica che non consente loro di avere accesso a beni di consumo socialmente legittimi, esposta com’è al nuovo contesto di difficile transizione economica, dopo la fine dei test nucleari francesi nel Pacifico nel 1996; D’altra parte, questa generazione è vittima di una situazione di disuguaglianza di fatto, che non può essere mitigata soltanto dalla speranza di un’equiparazione delle condizioni di vita attraverso l’accesso all’uguaglianza dei diritti, speranza nutrita dalla generazione precedente, che era coinvolta nelle lotte anticoloniali e antinucleari. Solo la conoscenza, permeata da radicamento culturale e sano spirito critico, farà la differenza. 

Learn Maori Culture and Proverbs – Curtis&Moore Publishing. Immagini non a colori.

Polynesian Mythology. Tuttavia, nonostante le differenze facilmente identificabili nella vita quotidiana e spesso rivendicate dagli stessi giovani , molti dei nostri giovani intervistati, che siano “polinesiani” o “Demis” (polinesiani di razza mista), hanno espresso lo stesso attaccamento alla “loro” isola, alla “loro” terra, e di rivendicare con orgoglio la loro appartenenza allo stesso popolo, il popolo “Ma’ohi”, e alla stessa cultura, la cultura “Ma’ohi”, segno di una certa efficacia simbolica di questa categoria identitaria che aveva poco senso per la generazione dei loro genitori o dei loro nonni.

Il Black Book Note™. Una guida illustrata e ragionata alla magia naturale e al lavoro occulto. Oltre 120 pagine libere da riempire con desideri, pensieri, incantesimi, idee, intuizioni e per trovare un percorso per abbracciare il proprio potere personale. Clicca sull’immagine.

Cosa resta del passato?

Polynesian Mythology. Ci si può legittimamente chiedere cosa rimane del quadro ancestrale e, di conseguenza, della cultura Ma’ohi che viene spontaneamente associata ad esso nel discorso dei giovani. Segnato da un sistema di autorità assoluta rafforzata da una società altamente gerarchizzata e divisa in “caste”, il quadro ancestrale è stato, a quanto pare, totalmente sconvolto dalla cristianizzazione, dall’unificazione di un regno basato sul modello delle istituzioni europee, e infine dal tragico spopolamento dovuto alla diffusione di malattie fino ad allora sconosciute . La grande maggioranza dei ricercatori è d’accordo oggi nel concludere che è scomparsa rapidamente e completamente e nel riconoscere che la sua storia è il risultato di una ricostruzione parziale e relativamente recente: non ci sono documenti scritti prima dell’arrivo dei primi scopritori [1767], commercianti o missionari, e le loro descrizioni sono spesso segnate dalla loro mancanza di conoscenza dell’ambiente, del modo di vivere e del sistema di rappresentazioni specifico dei popoli del Pacifico.

Honi Hongi – Saluto polinesiano. Due persone si salutano avvicinando i loro nasi e inspirando allo stesso tempo. Ciò rappresenta lo scambio di HA – il respiro della vita, e di MANA – l’energia vitale e spirituale. Clicca sull’immagine.

Disponibile anche su Amazon.com

Questa mancanza di dati scritti affidabili, che delude il cacciatore di tesori o l’archeologo, suscita la curiosità del sociologo: lascia molto spazio all’interpretazione dei “produttori di cultura” che ricostruiscono il passato secondo la loro situazione attuale, la loro traiettoria e il loro posto nella struttura sociale. Collettivamente, questo processo di selezione/reinterpretazione degli elementi del passato sembra essere essenzialmente conflittuale. C’è dunque un dibattito ricorrente a Tahiti, al quale i giovani non possono rimanere insensibili: la questione di sapere cosa sia in concreto la “cultura” Ma’ohi, un insieme di forme supposte superiori di questa cultura, che devono essere restaurate, conservate e diffuse come tali.

Maui Slowing The Sun : Painting By Dietrich Varez.

Tahiti Des Dieux et Des Héros.

Mai prima d’ora nessun lavoro sulla mitologia polinesiana era stato affrontato in questo modo. Mai prima d’ora la filiazione tra gli dei e gli eroi è stata espressa così chiaramente. L’autrice Martine Dorra,  per arrivare alla scrittura di Tahiti Des Dieux et Des Héros, ha condotto una approfondita ricerca genealogica di questi personaggi mitici. Ciò dà grande coerenza alle loro avventure e ci presenta la lunga epopea del popolo Polinesiano attraverso racconti fantastici. Come nell’antichità gli uomini hanno percepito il loro mondo, una miriade di isole sparse in un immenso oceano. Attraverso i cataclismi e l’ira degli elementi, i primi polinesiani hanno imparato ad occupare questi spazi, a sopravvivere, ad abitare la terra e l’oceano, a proteggersi, a svilupparsi, a strutturarsi sotto lo sguardo degli dei e con l’aiuto dei loro eroi. Questi miti e leggende, popolati da divinità generose o crudeli, da eroi protettivi o tirannici, sono le basi di una civiltà sparsa nell’Oceano Pacifico, che porta le stesse radici, navigando sulle stesse canoe.

Martine Dorra – Tahiti Des Dieux et Des Heros – Editions Ura.

Polynesian Mythology. Martine Dorra è nata a Parigi.  Oggi vive ai  Caraibi, dopo aver trascorso numerosi anni in Polinesia.  E’ autrice di numerosi libri, pubblicati nelle collezioni giovanili degli editori Syros, Mango, Hachette, Bayard, le Seuil. Agli inizi degli anni 2000, Martine ha iniziato a scrivere storie ambientate nel meraviglioso universo mitologico Polinesiano, di cui è fortemente innamorata. Succoso nettare che nutre costantemente la sua immaginazione, la sua creatività, e la sua voglia di raccontare uan straordinaria ed ancestrale tradizione culturale.

Ti piace Māori Lunar Calendar – Maramataka Art Print? Clicca sull’immagine.

Disponibile su Amazon – T-Shirt – Māori Lunar Calendar Maramataka and Lunar Phases 

Ti piace Pacific Islander Identity T-shirt? Clicca sull’immagine.

Ti andrebbe di offrirci uno Spritz? 

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci uno Spritz?

Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news! Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione! 

LINK PER DONARE




Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle. In promozione per 2 mesi GRATIS! Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Crono.news periodico online di informazione e formazione. Un magazine digitale indipendente, libero da ideologie e preconcetti. Un nuovo modo di comunicare e condividere l’informazione e la conoscenza.