Stasera omaggio a Capodimonte, evento speciale gratuito presso l’Osservatorio Astronomico

Stasera omaggio a Capodimonte, un evento speciale gratuito presso l’Osservatorio Astronomico, al fine di celebrare, come merita, il bicentenario dell’importante struttura scientifica partenopea.

Stasera, alle ore 20,30, presso l’Osservatorio di Capodimonte, a Napoli, si terrà una serata davvero speciale, per celebrare il bicentenario del’importantissima struttura scientifica partenopea. Un evento ad ingresso libero che vale la pena di essere vissuto. Tutti gli appassionati avranno la possibilità di ascoltare una conversazione scientifica della valente direttrice dell’Osservatorio, Marcella Marconia, nonché assistere ad un suggestivo concerto tenuto dalla U.S. Naval Forces Europe-Africa / United States Sixth Fleet, ovvero la banda musicale dei militari americani, formata da ben 21 componenti.

Dopo tale esibizione si potranno realizzare delle interessanti osservazioni astronomiche attraverso vari telescopi, con l’ausilio dell’Unione Astrofili Napoletani. Di seguito il programma di massima di questa serata omaggio a Capodimonte:

dalle 20:30 conversazione scientifica della direttrice dell’Osservatorio, dal titolo  “Dalle Luci della Via Lattea ai confini dell’Universo”.

Quindi, a seguire: U.S. Naval Forces Europe Big Band in concerto. L’orchestra  eseguirà musiche dei maggiori esponenti del Jazz americano da Duke Ellington a Count Basie e George Gershwin.

Per finire in bellezza, osservazioni astronomiche con i telescopi, in collaborazione con l’Unione Astrofili Napoletani.

L’evento è stato organizzato dall’INAF Osservatorio Astronomico di Capodimonte con il patrocinio della Regione Campania, il Comune di Napoli e INAF20.

 

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
Pompei riportato alla luce un altro antico Termopolio in cui è emersa la figura di una Nereide-1
Termopolio a Pompei: è stato riportato alla luce qualche giorno fa