Home Cultura Arriva a Pompei la Festa della Sibilla, tra le più importanti manifestazioni...

Arriva a Pompei la Festa della Sibilla, tra le più importanti manifestazioni di enigmistica e giochi di parole

300
Arriva a Pompei la Festa della Sibilla, tra le più importanti manifestazioni di enigmistica e giochi di parole-1

Arriva a Pompei, in provincia di Napoli, la Festa della Sibilla, una tra le più importanti manifestazioni di enigmistica e giochi di parole d’Italia.

Festa della Sibilla: Buone nuove per gli amanti dell’enigmistica e dei giochi di parole che risiedono nella nostra regione; infatti arriva a Pompei, in provincia di Napoli la Festa della Sibilla, vale a dire una delle più importanti manifestazioni dedicata all’enigmistica che si svolge ogni anno in Italia. Si tratta della ventiseiesima edizione ed è la prima volta in assoluto che giunge in Campania, visto che in passato, l’evento si è sempre tenuto in Liguria od in Toscana.

Questa simpatica festa, apertasi ieri, nell’amena cittadina vesuviana, presso l’Hotel Amitrano, si protrarrà fino a domenica 2 giugno. Le aspettative prevedono oltre duecento partecipanti provenienti da tutta Italia che si cimenteranno in gare estemporanee di soluzione e di composizione, oltre a quelle organizzate per il convegno: fra queste troviamo il Premio Tullia, trofeo che si aggiudicherà il miglior concorrente che se la vedrà con l’anagramma della frase “Pompei, città sepolta da lapilli e cenere”.

Contrariamente all’enigmistica solita che si trova su riviste di vario genere, La Festa della Sibilla è basata sull’enigmistica sviluppata sull’ambiguità e sui doppi significati della nostra lingua. Nel corso della manifestazione si organizzeranno giochi molto impegnativi ma molto affascinanti, quali enigmi e crittografie poetici. Inoltre anche gare di rebus, ma con meccanismi di soluzione più avanzati rispetto a quelli convenzionali.Ad organizzare annualmente questo singolare evento, è la famosa rivista di enigmistica italiana “La Sibilla”, fondata proprio qui a Napoli. Numerosi illustri appassionati di giochi di parole hanno pubblicato sulla rivista in questione, tanto per fare dei nomi citiamo i cantautori Paolo Conte e Roberto Vecchioni.

Rispondi