Home Spettacolo Danze popolari: incontro con la giovane ballerina Raffaella Vacca

Danze popolari: incontro con la giovane ballerina Raffaella Vacca

1136
Tempo di lettura: 2 minuti
Danze popolari incontro con la giovane ballerina Raffaella Vacca-1
Raffaella Vacca.

Danze popolari: incontro con la giovane e talentuosa ballerina Raffaella Vacca.

Danze popolari: Raffaella Vacca è una giovane e talentuosa ballerina di danze popolari, che ci ha affascinato con la sua storia ricca di passione e sacrificio.
“Mi sono formata in un amnio creativo. Infatti La mia passione per le danze popolari nasce da mio nonno materno che era un artista. Egli disegnava, dipingeva e componeva. Ho ancora dei suoi testi, antichi spartiti che hanno fatto la storia della musica classica napoletana nell’ambito dell’amatissima Festa di Piedigrotta. Mio nonno paterno invece chiudeva le feste a porta Capuana, era un bravissimo tenore.”

Raffaella Vacca.

Una passione, quella di Raffaella, che nasce da giovanissima: “All’età di 9 anni ho avuto la fortuna di iniziare un percorso teatrale, che mi ha consentito di incontrare un abilissimo danzatore; è stato lui a coinvolgermi nei primi eventi e nelle prime manifestazioni. In breve tempo ho fatto tantissime esperienze, anche all’estero. Mi sono formata in maniera sana e disciplinata in una cerchia di valenti professionisti, che mi hanno fatto diventare la ballerina e soprattutto la persona che sono oggi.”

Danze popolari incontro con la giovane ballerina Raffaella Vacca-2
Raffaella Vacca. Foto di Franco Caracci.

Ci colpisce Raffaella per le accorate parole che dedicata alla danza. Sono frasi cariche di intensità e di pathos: “La danza mi ha salvato. E’ un vero e proprio regalo che mi è piovuto dall’alto. La musica e la danza sono due fantastici mondi senza i quali non potrei essere felice. Auguro a tanti giovani di fare il mio stesso percorso, riscoprendo nel profondo le affascinanti e talvolta misteriose, radici musicali del nostro popolo.”

Raffaella Vacca ha le idee chiare anche rispetto all’utilizzo del Web per la diffusione della cultura musicale popolare, tra canti, danze e manifestazioni spesso sconosciute ai molti: “Credo che Internet possa essere un mezzo utilissimo per arrivare soprattutto ai più giovani, che non sono a conoscenza del meraviglioso mondo della musica popolare. Il mio impegno quotidiano, infatti, si sviluppa in tal senso. Intendo continuare ad insegnare danza, soprattutto ai bambini, trasferendo dalle basi, le radici e l’identità di un popolo. Il mio motto è – Danza la vita al ritmo dello spirito.”

Rispondi