Gesù, Bhakti Yoga, devozione ed abbandono a Dio

Gesù, Bhakti Yoga, devozione ed abbandono a Dio.

Gesù, Bhakti Yoga: Un altro aspetto della comprensione degli insegnamenti vedici e della loro influenza nel cristianesimo è semplicemente guardare ciò che è scritto riguardo agli insegnamenti di Gesù. Studiando gli insegnamenti che sono attribuiti a Gesù, possiamo facilmente riconoscere che l’essenza di ciò che Gesù insegnava era un livello elementare del processo vedico di bhakti yoga e karma yoga. Entrambi questi sistemi sono molto più profondamente sviluppati ed elaborati nei testi vedici, e sono spiegati in modo più completo da molti maestri spirituali indiani. Quindi, se si vuole davvero comprendere la profondità di questo percorso spirituale, sarebbe opportuno che chiunque volesse approfondire le istruzioni e i metodi descritti nel sistema vedico per raggiungere un livello più profondo di sviluppo spirituale.

Per esempio, Gesù ha insegnato che tutti dovrebbero amare Dio con tutto il cuore e con tutta la mente, che è la quintessenza del Bhakti Yoga. Bhakti significa devozione e abbandono a Dio. Come dice Matteo (22.36-40): “Maestro, qual è il più grande comandamento della legge? Egli rispose: Ama il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutta la tua mente. Questo è il più grande comandamento. Viene prima di tutto. Il secondo è simile: Ama il tuo prossimo come te stesso. Tutto nella Legge e nei profeti è appeso a questi due comandamenti”. Queste due regole sono il cuore dei processi del bhakti e del karma yoga.

Disciplina spirituale e realizzazione trascendentale.

In questo modo, Gesù ha insegnato alla gente le parti più elementari della legge di Dio e ha dato i comandamenti più semplici, come “Non uccidere”, “Non rubare” e così via. Queste regole riguardano solo le norme morali. Non riguardano i principi superiori della disciplina spirituale o della realizzazione trascendentale. Questo è un segno evidente del tipo di persone con cui Gesù aveva a che fare. Erano molto primitive e dovevano apprendere le più elementari conoscenze spirituali. Ovviamente, non si possono comprendere argomenti spirituali avanzati se non si ha alcuna comprensione dei semplici valori morali. Pertanto, Gesù era molto limitato in ciò che poteva insegnare alla gente di quell’epoca. Come disse Gesù, (San Giovanni 16.12-13, 25):

Ho ancora molte cose da dirvi, ma non potete sopportarle ora. Quando egli, lo Spirito della verità, sarà venuto, vi guiderà nella verità, perché non parlerà di se stesso, ma di ciò che ascolterà, che parlerà, e vi mostrerà le cose a venire. . . Queste cose vi ho detto nei proverbi; ma verrà il tempo in cui non vi parlerò più nei proverbi, ma vi mostrerò chiaramente il Padre. Così, Gesù non poteva rivelare tutta la verità al popolo di quell’epoca, ma prometteva che ci sarebbe stato un tempo in cui tutta la verità sarebbe stata aperta a tutti. Ma che il popolo la accetti o meno è un’altra cosa.

Opere buone e devozione sincera.

Gesù ha anche insegnato che si è giudicati dalle sue opere e dal modo in cui si comportano. Questo è anche lo stesso processo che si trova in bhakti e karma yoga. Senza le opere buone e la devozione sincera, non si può entrare nel regno di Dio. Eppure, nel cristianesimo moderno troviamo un’enfasi sulla fede, non sulle opere. Ma questo non è sostenuto nella Bibbia, come possiamo vedere in questo versetto: “Ma tu saprai, o uomo vanitoso, che la fede senza le opere è morta”. (Giacomo 2.20) Gesù non ha mai detto che bastasse la fede per entrare nella terra promessa. Il modo in cui si lavora è un segno della sua fede. E coloro che rivendicano la fedeltà alla fede e predicano in nome di Cristo, ma svolgono in privato varie attività doppie in privato, sono ancora privi del favore di Cristo, come scrive Matteo (7.21-23): “Non tutti quelli che mi dicono: “Signore, Signore, Signore, non entreranno nel regno dei cieli, ma coloro che compiono la volontà del Padre mio che è nei cieli. Molti mi diranno quel giorno: Signore, Signore, Signore, non abbiamo forse profetizzato nel tuo nome? E nel tuo nome abbiamo scacciato i diavoli? E nel tuo nome abbiamo fatto molte opere meravigliose? E allora professerò loro: “Non vi ho mai conosciuto; lasciatemi, voi che fate l’iniquità”.

Gesù, Bhakti Yoga.

Questa, quindi, è l’essenza degli insegnamenti di Gesù che, come possiamo vedere, includono gli stessi principi fondamentali del Bhakti yoga e del karma yoga (amare Dio, sostenere la legge di Dio in tutte le nostre azioni, e fare del bene per gli altri), che è pienamente spiegato nella letteratura vedica. Gesù,  dunque, pare non abbia presentato nulla di nuovo o inventato, ma ha insegnato ciò che Dio aveva insegnato e ha dato tutto il merito a Dio, come verificato come segue: “Il figlio non può fare nulla di se stesso, ma ciò che vede fare il Padre”. (Giovanni 5.19). . “Quando avrete innalzato il figlio dell’uomo, allora saprete che io sono lui e che non faccio nulla di me stesso; ma come il Padre mio mi ha insegnato, io parlo queste cose.” (Giovanni 8.28).”Io vado al Padre, perché il Padre mio è più grande di me.”(Giovanni 14.28).

In questi versetti abbiamo le parole di Gesù della Bibbia che spiegano che egli insegnava solo ciò che Dio aveva detto e che egli non era Dio stesso, ma era il figlio di Dio Padre. Inoltre, in Bhagavad-gita (9.17), Krishna spiega specificamente che Egli è il Padre di tutte le entità viventi e (Bg.7.6, 10.8) è l’origine di tutto ciò che è materiale e spirituale. Pertanto, non c’è contraddizione nella comprensione che Gesù fosse un figlio di Dio, e che Krishna fosse il Padre supremo e il Creatore di tutti. In questo modo, possiamo vedere che l’essenza del cristianesimo è l’insegnamento di base della filosofia vedica, che è stato sviluppato molto prima e più profondamente di quello che si trova attualmente nella filosofia del cristianesimo.


Ti andrebbe di offrirci una birra?

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci una birra? Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news!

Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione!

https://www.paypal.me/redazionecrononews

 



Vi ricordiamo che con Amazon Prime potrete avere spedizioni gratuite in 24 ore lavorative su migliaia di prodotti oltre a servizi extra come Amazon Prime Video. I primi 30gg sono gratuiti. Iscriviti Gratuitamente ad Amazon Prime per 30gg.


Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle.
In promozione per 2 mesi GRATIS!
Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
Tragedia della disperazione a Firenze, pensionato uccide moglie e figlia, poi si spara
Tragedia a Firenze: pensionato uccide moglie e figlia, poi si spara