Matilde Serao, prima donna in Italia, fondatrice e direttrice di un giornale

Matilde Serao, prima donna in Italia, fondatrice e direttrice di un giornale

Matilde Serao, la prima donna in Italia, fondatrice e direttrice di un giornale. Il capoluogo partenopeo nei secoli è stato il riferimento di innumerevoli menti brillanti: artisti, poeti, scrittori.

Matilde Serao, la prima donna in Italia fondatrice e direttrice di un giornale. Napoli, nei secoli, è ed è stato il riferimento di innumerevoli menti brillanti: artisti, poeti, scrittori, cantanti e musicisti che di lei hanno scritto, raccontato e cantato. Una città ricca di storia, arte, leggende e contraddizioni che appassionano sempre. Tra i personaggi dell’ottocento spicca Matilde Serao, una donna, una scrittrice e giornalista, dalla forte e decisa personalità. Nasce a Patrasso, in Grecia, il 7 marzo del 1856. La madre Paolina Borely, una colta nobile greca decaduta mentre il padre Francesco Serao un noto avvocato e giornalista in esilio in Grecia perché antiborbonico.

Si trasferisce a Napoli e dopo aver conseguito il diploma magistrale presso l’istituto Pimentel Fonseca di Piazza del Gesù, trova impiego come ausiliaria ai Telegrafi di Stato. La passione per la scrittura la spinge a lasciare il lavoro dedicando ogni momento del suo tempo alla stesura di articoli e di novelle per alcuni giornali locali. Nel 1882 si trasferisce a Roma dove conosce Edoardo Scarfoglio, suo compagno di vita e di lavoro, con il quale fonda il Corriere di Roma, poi il Corriere di Napoli , creando una rubrica mondana, “Api, mosconi e vespe”, che diviene ben presto famosa, e quindi Il Mattino. Dopo la separazione fonda, sempre a Napoli, Il quotidiano Il Giorno, che dirige fino alla sua morte, avvenuta nella città partenopea il 25 luglio del 1927.

Matilde Serao, giornalista e narratrice prolifica,ci ha lasciato in eredità più di quaranta volumi di romanzi e racconti. Napoli, una città unica, tutta da scoprire e portare alla luce attraverso la scrittura. La bella città partenopea è una costante nella vita e nelle opere della Serao. Ricordiamo le sue “Leggende Napoletane”, dove crea una serie di figure mitiche come la sirena Parthenope, fondatrice della città di Napoli, il munaciello, la bella mbriana e molti altri personaggi caratteristici. Nel suo capolavoro “Il ventre di Napoli” si distacca dai vari e tipici clichè napoletani “sole, pizza e mandolino”, per raccontare invece della povertà e miseria dei vicoli e dell’affollamento dei bassi, del lavoro in nero, delle privazioni e della famosa arte dell’ arrangiarsi.

Un popolo dignitoso e umile, con un grande cuore,  che affida i suoi desideri, progetti, speranze e la sua felicità al gioco del lotto. Un sogno settimanale che consola e delude, delude e consola ripetutamente. Nelle sue parole così appassionate e accorate , ma nello stesso tempo crude e taglienti leggiamo problemi, situazioni e condizioni così ancora e purtroppo attuali. Matilde Serao, il ventre di Napoli, conclude invitando  chi di dovere ad occuparsi di Napoli, di non abbandonarla perché troppo preso dalla politica o dagli affari, in quanto è una città  bella e  buona. “Non la lasciate povera, sporca, ignorante, senza lavoro, senza soccorso: non distruggete, in lei, la poesia d’Italia”.


Ti andrebbe di offrirci una birra?

Caro lettore, cerchiamo di offrirti sempre contenuti editoriali di qualità. Se ti siamo stati utili per accrescere le tue conoscenze, oppure ti abbiamo semplicemente fornito un utile servizio informativo, ti andrebbe di aiutarci offrendoci una birra? Sostieni il nostro giornalismo con un contributo di qualsiasi dimensione! Il tuo supporto aiuterà a proteggere l’indipendenza di CRONO.NEWS e questo significa che possiamo continuare a fornire giornalismo di qualità aperto a tutti, in tutto il mondo. Ogni contributo, per quanto grande o piccolo, è così prezioso per il nostro futuro. Questo sarebbe di grande aiuto per tutta la famiglia di Crono.news!

Anche se semplicemente condividessi il link del magazine ai tuoi amici, oppure gli articoli, sui social network. Mantenere in vita questo magazine indipendente, richiede molto tempo ed impegno, oltre notevoli spese, necessarie all’aggiornamento tecnico, l’hardware, la nostra sede, i Redattori. Se hai la possibilità di aiutarci con una donazione (anche una birra), ci aiuterai non poco a continuare, a migliorare ed ampliare il materiale informativo che mettiamo a disposizione di tutti.

Per donare è semplicissimo, qui sotto è disponibile il LINK per decidere (tramite server sicuro PayPal) come e quanto donare. Un grazie da tutta la redazione!

https://www.paypal.me/redazionecrononews

 




Con Amazon Kindle Unlimited hai letture illimitate da qualsiasi dispositivo: IOS, Android, PC. Scegli tra più di un milione di titoli e leggi dove e quando vuoi con l’app di lettura Kindle.
In promozione per 2 mesi GRATIS!
Poi rinnovi a 9,99€ al mese oppure puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
MotoGp Motegi 2017: trionfa Andrea Dovizioso davanti a Marquez e Petrucci, Rossi fuori
MotoGp Motegi 2017: trionfa Andrea Dovizioso davanti a Marquez e Petrucci, Rossi fuori