Home Cultura Forcella, quartiere tra i più famosi di Napoli, simbolo dell’armonia pitagorica

Forcella, quartiere tra i più famosi di Napoli, simbolo dell’armonia pitagorica

1315
Forcella, quartiere tra i più famosi di Napoli, simbolo dell'armonia pitagorica-1

Forcella, quartiere tra i più famosi di Napoli rappresenta il simbolo dell’armonia pitagorica. Un mondo misterioso tutto da scoprire.

Forcella, un quartiere tra i più conosciuti della città di Napoli, costituisce senza dubbio il simbolo dell’armonia pitagorica. Esso trae le sue origini nell’epoca greca, testimoniando il valore mistico e quasi indescrivibile di una città che racchiude  antichi e misteriosi simbolismi e corrispondenze, come si evince dallo stesso impianto urbano originario. Forcella non è altro che un insieme di leggende ed armonie matematiche. Un autentico mondo a parte con trascorsi storici sui generis sviluppatisi al di fuori della realtà. Per la cronaca questo quartiere, ahimè, sempre alla ribalta della cronaca nera della metropoli partenopea, si pone tra la zona dei quartieri  Pendino e San Lorenzo, e tra le arterie di Corso Umberto I e la celebre Spaccanapoli. Forcella rappresenta in sostanza  lo scenario di ieri, oggi, domani in una Napoli molto difficile.

Forcella, quartiere tra i più famosi di Napoli, simbolo dell'armonia pitagorica-3
Murales di San Gennaro, realizzato dallo street writer Jorit, a Forcella, Napoli.

Come accennato nasce nella prima Neapolis greca, infatti gli antichi resti della  cinta muraria si trovano  in questa zona: il cosiddetto cippo che un tempo era il simbolo di Forcella  è un gruppo di pietre appartenente con molta probabilità alla  porta più vecchia della città.  Da qui ebbe origine  l’espressione citata molto spesso dai napoletani :“s’arricorda ’o cippo a Furcella” per far capire che si tratta di qualcosa di molto antico. Secondo alcune leggende il nome Forcella deriva dal fatto che la strada finisce  assumendo l’aspetto di una forcella. Lo storico Pietro Giannone nella Istoria del regno di Napoli dice che si tratta della derivazione delle forche di giustizia posizionate nei pressi della piazza di Forcella. Inoltre, la storia racconta che questo luogo era noto per l’esposizione delle teste tagliate dei condannati a morte.

Forcella, quartiere tra i più famosi di Napoli, simbolo dell'armonia pitagorica-2
Stemma del sedile di Forcella di Ignoto scultore napoletano (XVI secolo).

Mentre alcuni studiosi ritengono più probabile affermare che la denominazione della zona derivi dalla presenza della sede della scuola pitagorica, il cui emblema era la lettera sacra Y. Lo stemma del Seggio (istituzione amministrativa della città, di epoca Medievale) di Forcella, difatti, è proprio una forca a ipsilon. questa lettera ha un forte significato esoterico: Y è l’iniziazione; un dualismo che l’uomo deve superare  attraverso la conoscenza; una documentazione antica vede la Y come simbolo esoterico della vita, precedente all’uso dei pitagorici come lettera sacra. I primitivi adoravano la Y come Albero della Vita, un’esistenza cosmica anteriore a quella della Terra. Altri studiosi affermano che  Pitagora abbia prelevato il significato della lettera Y dal sapere egizio. D’altronde le prime tracce di un rapporto tra Napoli e l’Egitto risalgono proprio al periodo della sua fondazione: il culto di Iside ha lasciato evidenti tracce anche nel passaggio dal paganesimo alla religione cristiana.

Non a caso la cultura egizia sopravvive anche nella toponomastica come Piazzetta Nilo, ubicata nel centro storico di Napoli, Via Egiziaca a Forcella, il Seggio del Nilo. Concludendo, Forcella fa parte del panorama misterico di magiche corrispondenze, che riescono a delineare il profilo di una città fatta di  luci ed ombre.

Forcella e Pitagora

Rispondi