Corrida-Napoli-1

La corrida a Napoli: la capitale borbonica raccolse l’antica tradizione spagnola per 150 anni

La corrida a Napoli: anche la capitale borbonica raccolse l’antica tradizione spagnola per 150 anni, ossia dal 1536 al 1685.

La corrida a Napoli fu una manifestazione sorta nel 1536, anno in cui ci fu la visita di Carlo V. Proprio in suo onore si celebrò la prima corrida partenopea.  Dunque anche la capitale borbonica ebbe la sua corrida.  Il viceré Don Pedro de Toledo era un autentico appassionato dell’arte di Toreare, a tal punto da restare ferito nel corso di una sua esibizione. In realtà nei secoli in cui ci furono i Borbone a Napoli,  si plasmò indubbiamente una strettissima collaborazione culturale tra il Regno di Napoli e la Spagna, con l’unione e l’assorbimento di tradizioni ed usanze spagnole nella cultura napoletana, come gli spettacoli di tauromachia ben testimoniano.

Corrida-Napoli-2

Per la cronaca la corrida a Napoli veniva disputata perlopiù nella zona di San Giovanni a Carbonara, come avvenne nella prima esibizione di toreri, avvenuta, come detto, nel 1536, ma anche altre località ospitarono gli eventi taurini. C’è da dire che in talune circostanze, tuttavia, si registro anche la morte di un toreador, proprio come accadde nella corrida del 16 maggio 1661 a Largo di Palazzo, attuale piazza del Plebiscito. Mentre il 13 gennaio del 1680, in occasione del matrimonio di Carlo II con Maria Luisa d’Orleans. si celebrò una corrida a Largo Castello, l’attuale Piazza del Municipio. In virtù del volume del cerimoniale  del vice re spagnolo curato da A. Antonelli si è scoperto, poi che ogni anno, nella ricorrenza della festa di San Giacomo, patrono di Spagna, si celebrava una corrida sempre a Largo di Castello.

Altre due corride, stando sempre a quanto riportato nello stesso volume,  si disputarono, a Castel Nuovo: la prima fu  offerta dal marchese di Bayona, la seconda dal Principe di Piombino nel 1681, ancora un’altra corrida ci fu a Mergellina il 25 agosto del 1685 per celebrare l’onomastico della regina. Questa rappresentò l’ultima corrida a Napoli.

La corrida a Napoli ci viene testimoniata anche da un dipinto che è custodito a Castel Nuovo, nel quale appunto viene immortalata una corrida celebrata nella capitale del regno borbonico. Oggi, come saprete,  la corrida è stata totalmente abolita: una delle manifestazioni più antiche della tradizione spagnola non esiste più, perchè diventata troppo pericolosa. 

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
poste italiane emissione speciale
Poste Italiane emette un francobollo ordinario dedicato all’Arma dei Carabinieri