Stalker Presunto assassino dottoressa Ospedale Val Vibrata trovato morto, forse un suicidio

Stalker dottoressa Ospedale Val Vibrata trovato morto, suicida

Svolta nelle indagini sulla morte della dottoressa cinquantatreenne dell’Ospedale di Val Vibrata, Ester Pasqualoni. Lo Stalker, presunto assassino, è stato trovato morto poche ore fa nella sua abitazione. Si tratterebbe di suicidio.

Dalle ultime notizie ci sarebbe una svolta nelle indagini sull’assassinio di Ester Pasqualoni, la dottoressa uccisa dallo stalker, suo persecutore, nel parcheggio dell‘Ospedale Sant’Omero di Val Vibrata, in provincia di Teramo. Sembra che la caccia all’uomo si sia davvero conclusa.

Il presunto assassino, un uomo di 65 anni Enrico Di Luca, è stato, infatti, trovato morto alcune ore fa dagli investigatori in un appartamento a Martinsicuro. Appartamento situato in uno stabile di case di mare nel quale aveva abitato in passato ma dove sarebbe entrato, essendo deserte, forse, usando una chiave passepartout.

Quest’ultimo si è suicidato, strangolandosi con una fascetta di plastica. In base alle ultime indiscrezioni si tratterebbe di un ex investigatore privato. Da quanto emerso dai rilievi effettuati dalla polizia, dunque, lo stalker assassino che infastidiva da tempo l’oncologa, pare fosse proprio lui.

Si è risaliti al presunto assassino della donna, attraverso l‘auto del fuggitivo, vista allontanarsi dall’ospedale da alcuni testimoni. Si parla  di una vecchia Peugeot 206 di colore bianco, rinvenuta poi, appunto, a Martinsicuro, località non distante dal luogo di lavoro della vittima.

Nell’abitacolo della Peugeot, gli investigatori avrebbero trovato delle tracce di sangue che forse apparteneva alla donna. Sono tuttora in corso le dovute verifiche ed accertamenti da parte della scientifica per stabilire se il sangue nell’auto è quello di Ester Pasqualoni.

In caso positivo Enrico De Luca sarebbe effettivamente  lo stalker omicida, suicida, che da anni importunava con minacce e appostamenti la dottoressa che, peraltro, per due volte, aveva denunciato agli agenti del commissariato di Atri, senza esito. 

L’uomo avrebbe conosciuto l’oncologa, circa dieci anni fa, allorché aveva in cura il padre. Secondo la versione delle amiche più strette di Ester Pasqualoni, il presunto colpevole assillava la sua preda con messaggi e telefonate e, col passare degli anni, non erano mancate neanche minacce di morte.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.

Top Reviews

Altre storie
leonardo
Leonardo annuncia l’intesa di massima con il gruppo cinese Kangde Investiment per aumentare la propria visibilità in Cina