Home Food Carmnella, la pizzeria intimista di Vincenzo Esposito, struttura storica napoletana

Carmnella, la pizzeria intimista di Vincenzo Esposito, struttura storica napoletana

1438
Vincenzo Esposito , il pizzaiolo intimista della Pizzeria Carmnella-1

Carmnella, la pizzeria intimista, di Vincenzo Esposito, struttura storica napoletana nata nel lontano 1892.

Carmnella, la prima pizzeria nacque nel lontano 1892, frutto dell’impegno di Carmela Sorrentino, da qui il vezzeggiativo “Carmenella“, connotazione affettiva del nome, della nonna del nostro ospite Vincenzo Esposito. Attraverso un vero e proprio percorso itinerante che condusse la storica struttura ad innervarsi in altri quartieri della città di Napoli, si arrivò quindi, nel 1994 all’attuale ubicazione di Via Marino Cristoforo, nelle adiacenze di Piazza Garibaldi.

E’ stato molto interessante discorrere a tutto tondo, di pizza e napoletanità con Vincenzo, persona di grande comunicativa che cura con impegno ed inventiva lo storico locale “Pizzeria Carmnella“, da cinque lustri.

Vincenzo Esposito non è un pizzaiolo comune, ci piace infatti definirlo “pizzaiolo intimista” per via del suo modo di concepire la pizza come prodotto d’emozione, d’amore per la città, per il popolo, e per tutti gli infiniti immaginari che a ciascuno evoca il gustare una buona pizza napoletana.

Per questo egli si definisce “troppo napoletano”: Semplicemente perché faccio la pizza come la faceva mio nonno, e sono veramente contento quando un mio cliente, dopo aver mangiato la mia pizza, mi ringrazia dicendomi: “Grazie alla tua pizza, son ritornato indietro nel tempo”.
“La pizza per me è un prodotto verace del popolo”. “Margherita e Marinara sono le vere pizze, la base di tutto”. “Amo creare delle variazioni in termini di gusto, ma non mi ritengo un innovatore. Sono estremamente rispettoso delle tradizioni”.

Vincenzo Esposito , il pizzaiolo intimista della Pizzeria Carmnella-2
Pizza Margherita. Fonte Instagram @pizzeriacarmnella.

Esposito, ci racconta anche del successo della pizza dedicata ad Elena Ferrante:
“L’idea di dedicare una pizza a questa misteriosa scrittrice, mi venne un paio d’anni fa. Mi incuriosì il mistero che aleggiava intorno alla sua figura e leggendo i suoi libri, ne fui estremamente rapito. Trovai bellissima la sua fedele narrazione del Rione Luzzatti, il mio quartiere nella periferia est di Napoli. Decisi dunque di dedicarle una pizza, la più verace possibile: nacque così la Pizza Elena Ferrante, caratterizzata da una base di ragù, con aggiunta di latticini, ricotta fresca e pepe”.

Interessante sottolineare l’impatto culturale che ha generato l’iniziativa di Vincenzo Esposito, il quale ha dato impulso ad interessanti fenomeni di turismo culturale ed enogastronomico. “Vengono a farmi visita turisti da ogni parte del mondo, fan di Elena Ferrante, che sono interessati sia ad assaggiare la pizza, sia a conoscere il quartiere nel quale la scrittrice ha ambientato i romanzi della saga “L’amica geniale”. Tutto ciò anche grazie alla intensa attività delle associazioni culturali che propongono interessanti visite guidate sul posto. “E’ stato incredibile essere stato intervistato anche dalla BBC”, ci racconta, giustamente, emozionato il buon Vincenzo.

Vincenzo Esposito , il pizzaiolo intimista della Pizzeria Carmnella-1
Vincenzo Esposito e la “Pizza Elena Ferrante”. Fonte Instagram @pizzeriacarmnella.

Auguriamo al nostro “pizzaiolo intimista” Vincenzo Esposito, di conservare le robuste radici che lo stanno portando a raggiungere sempre importanti traguardi; non ultimo il piazzamento al 33esimo posto nella prestigiosa classifica 50 Top Pizza 2018.

Rispondi