Home Cultura Le Catacombe di San Gennaro, una meravigliosa esperienza di bellezza, arte e...

Le Catacombe di San Gennaro, una meravigliosa esperienza di bellezza, arte e storia

188
Tempo di lettura: 2 minuti
Le Catacombe di San Gennaro, una meravigliosa esperienza di bellezza, arte e storia-5
Catacombe di San Gennaro, Napoli.

Le Catacombe di San Gennaro, una meravigliosa esperienza di bellezza, arte e storia. Ricco tesoro di pregevoli mosaici, affreschi, epigrafi e sculture egregiamente restaurati e sapientemente illuminati per creare ancora di più maestosità, suggestione, timore e devozione.

Catacombe di San Gennaro: Non c’è cosa a Napoli, anche la più piccola che non trasudi storia, bellezza ed arte. Ogni suo vicoletto, angolo, palazzo e pietra custodiscono e raccontano testimonianze del passato. Un popolo fortemente legato alle tradizioni, al culto dei morti e a San Gennaro, patrono della città, considerato quasi come uno di famiglia. Le Catacombe di San Gennaro, a Capodimonte, racchiudono tutto questo. Esse sono un grandioso e spettacolare santuario delle memorie cristiane, ma anche un bellissimo esempio di riscatto umano, culturale e sociale.

Le Catacombe di San Gennaro, una meravigliosa esperienza di bellezza, arte e storia-3
Catacombe di San Gennaro, Napoli.

Le Catacombe di San Gennaro sono scavate nel tufo, situate su due livelli superiore e inferiore non sovrapposti, con spazi ed ampie gallerie, che si sono ampliate nel IV secolo con la deposizione in esse delle spoglie di Sant’Agrippino, sesto vescovo e primo patrono di Napoli, divenendo luogo di venerazione. Quando il vescovo Giovanni I (413–431) fa traslare in un cubicolo della catacomba inferiore le spoglie di San Gennaro, questo diviene centro di culto e col tempo assume il nome del martire. Questa grande devozione e legame al santo porta in breve tempo ad un moltiplicarsi di tombe ed a nuovi cubicoli decorati. Nell’ VIII sec, durante la lotta iconoclasta, si rifugia presso le catacombe il vescovo di Napoli Paolo II, a lui risale la realizzazione, nel vestibolo del piano inferiore, della fonte battesimale.

Le Catacombe di San Gennaro, una meravigliosa esperienza di bellezza, arte e storia-4
Catacombe di San Gennaro, Napoli.

Nell’831 il principe longobardo Sicone I, s’impossessa dei resti di San Gennaro portandoli a Benevento, sede episcopale, da quel momento comincia un lungo periodo di decadenza e di oblio per le catacombe. Solo nel XVIII secolo esse diventano meta di studio e tappa fondamentale per il Grand Tour. Durante la seconda guerra mondiale il luogo di culto fu adattato ed utilizzato dal popolo napoletano come rifugio antiaereo, subendo gravi danni.

Le Catacombe di San Gennaro, una meravigliosa esperienza di bellezza, arte e storia-1
Catacombe di San Gennaro, Napoli.

Nel 2001 Don Antonio Loffredo diventa parroco della basilica di S. Maria della Sanità, un quartiere di Napoli considerato pericoloso ed invivibile. Crea allora una potente macchina organizzativa per valorizzare un enorme patrimonio in stato di abbandono e degrado e per togliere dalla strada i ragazzi del Rione. Nasce così, nel 2006, la cooperativa La Paranza che grazie al duro impegno, studio e professionalità, riapre le catacombe di San Gaudioso prima e San Gennaro poi, riqualifica il territorio e dà vita ad un’economia che ha portato benefici a tutti e che ci auguriamo possa proseguire nel migliore dei modi.

Info su www.catacombedinapoli.it .

Rispondi